Multe, arriva la nuova tecnologia: già partite migliaia di sanzioni durissime, attenzione ai massimi

Il pericolo è già tra noi, attenzione a non farti trovare così o arriveranno pene durissime: ecco chi ci sta multando.

Il senso civico tra le nuove generazioni sarà senz’altro elevato ma la verità è che secondo le statistiche, la mortalità in strada dovuta ad eccessi di velocità si è sensibilmente abbassata da quando ci sono i tutor. Le nuove tecnologie messe a disposizione delle forze dell’orine riescono a farsi temere e quindi a scoraggiare comportamenti illeciti alla guida. Oltre a quello della velocità elevata ce n’è un altro molto frequente tra i guidatori.

La tecnologia che ci multerà alla guida
Multe in arrivo (allaguida.it – Ansa foto)

Usare lo smartphone mentre si guida è ancora un vizio sbagliato di tantissimi automobilisti. Purtroppo ancora oggi non è facile riuscire ad effettuare dei controlli a tappeto su tutti i guidatori di una giornata ed a loro basta abbassare il cellulare nel caso vedano una pattuglia da lontano per non farsi scoprire in questo comportamento sbagliato, alla guida. Le cose però stanno cambiando.

Migliaia di multe durissime: è arrivata la nuova tecnologia

Non ci saranno tanti agenti quanto macchine in giro, ma la polizia inglese ha già trovato il metodo giusto con cui letteralmente spiare i suoi cittadini. Grazie all’IA sarà più facile individuare chi usa lo smartphone mentre guida. Infatti in Inghilterra è già stato installato un sistema di telecamere in grado di individuare chi commette infrazioni. In pratica una serie di telecamere sarà in grado di scattare delle foto di ogni auto in transito e poi da lì il compito passa alla IA.

Ogni foto viene analizzata da un algoritmo che utilizza tecnologie di Intelligenza Artificiale, quelle che secondo la macchina devono essere approfondite arrivano ad un agente di polizia in carne e ossa. In questo modo per lui/lei sarà più facile vedere chi usa il cellulare alla guida ed anche chi non indossa la cintura di sicurezza.

Chi ti scopre se usi il cellulare alla guida
Cellulare alla guida (allaguida.it)

A quanto pare i più sregolati erano gli automobilisti della Cornovaglia. In una sola settimana di utilizzo delle nuove tecnologie, circa 1.000 si sono fatti sorprendere mentre trasgredivano la legge e sicuramente sapendo che ora è molto più facile farsi scoprire immaginiamo che nessuno di loro si cimenterà ancora in comportamenti sbagliati. Un atto praticamente dovuto dalla polizia inglese che conosce benissimo i numeri degli incidenti stradali e purtroppo le morti ad essi legate.

In media, l’Italia perde 9 vite al giorno per incidenti stradali e spende 18 miliardi all’anno per le cure mediche. Se le novità aiutassero gli agenti a far smettere i guidatori a comportarsi in modo sbagliato, il sollievo sarebbe sicuramente alto.

Impostazioni privacy