Nissan Ariya, il concept SUV elettrico anticipa il futuro

L'arte del design giapponese con tecnologie esclusive e all’avanguardia, questo Sport Utility anticipa la versione commerciale in arrivo nel 2021

nissan ariya profilo anteriore

Nissan Ariya è il concept 100% elettrico che apre una nuova era per il brand giapponese. Il Suv elettrico Nissan è ancora un concept, ma tutto lascia pensare che il modello definitivo arriverà presto (probabilmente nel 2021). E non sarà molto diverso da questo prototipo. Con un look che segna una completa reinvenzione del design del marchio.

Continua a leggere

Continua a leggere

Nissan, pioniera dell’elettrico con Leaf ed e-NV200, sembra quindi intenzionata a non puntare troppo sui prodotti di fascia economica ma, al contrario, ad alzare il tiro posizionando il SUV derivato dalla concept Ariya in zona “premium”.

Ariya, quindi, potrebbe proporsi come un veicolo di fascia alta molto sopra i 50mila euro e ad elevata autonomia. E Nissan intende sottolinearlo parlando di una concept che unisce l’arte del design giapponese con tecnologie esclusive e all’avanguardia per offrire un’esperienza di guida più esaltante e connessa che mai. In linea con i tre pilastri della Nissan Intelligent Mobility. Intelligent Driving, Intelligent Power e Intelligent Integration.

Nissan Ariya doppio motore e trazione 4×4

E a corroborare questo pensiero sono le dimensioni importanti del concept Ariya. Lunga ben 4 metri e 60. Solo 9 centimetri in meno dell’Alfa Romeo Stelvio, tanto per dire. Con grandi cerchi da 21 pollici. Il cuore pulsante del concept Ariya è la tecnologia e-4ORCE di Nissan, formata da due motori elettrici che garantiscono un’erogazione di potenza bilanciata e una manovrabilità precisa, aumentando la stabilità e le prestazioni. Un mix per contrastare nomi quali BMW iX3, la Tesla Model Y e l’Audi Q4 e-tron.

Continua a leggere

Continua a leggere

E dulcis in fundo il concept Ariya prevede la tecnologia ProPILOT 2.0, il sistema di assistenza alla guida di Nissan che assiste il guidatore negli spostamenti in autostrada e offre funzioni di guida autonoma sulle strade a singola corsia. Inoltre, il nuovo Virtual Personal Assistant interviene nella ricerca di informazioni e parcheggi per fare in modo che il conducente possa mantenere l’attenzione fissa sulla strada.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!

Da non perdere