Nissan Ariya, il SUV 100% elettrico apre una nuova era

La nuova Nissan Ariya ridefinisce lo stile del marchio giapponese e anticipa la nuova era: ecco caratteristiche e prestazioni del nuovo SUV 100% elettrico

Nissan Ariya

Foto Nissan

La nuova era elettrica Nissan è ufficialmente iniziata con la presentazione di Ariya, il SUV 100% elettrico che apre una nuova fase per il brand giapponese. L’auto, dopo essersi presentata come concept, è adesso una vettura di serie che, insieme alla nuova piattaforma, mostra anche il nuovo concept stilistico del marchio.

Continua a leggere

Continua a leggere

Design futuristico e un nuovo logo per Nissan Ariya

Nella nuova Nissan Ariya tutto rappresenta una novità, a partire dal logo con il nome della casa giapponese posizionato al centro, ma su fondo scuro, e l’anello che lo circonda in rilievo. Sulle Nissan del futuro, inoltre, a partire proprio da Ariya, sarà anche illuminato. Nissan Ariya, dal canto suo, punta su design e tecnologia per ritagliarsi il proprio spazio all’interno del sempre più affollato segmento dei SUV elettrici. Le forme dell’auto, infatti, introducono nuovi stilemi con i gruppi ottici da quattro mini proiettori a Led e un frontale rivisto con una mascherina chiusa dove ci sono i più moderni ADAS della quale la vettura è dotata.  Lunga 4,59 metri, larga 1,85 metri e alta 1,66 metri, l’auto si caratterizza per i grandi parafanghi che coprono i cerchi da 19” o 20” mentre al posteriore spicca un unico fascione luminoso che attraversa tutto il portellone da un gruppo ottico all’altro.

Nissan Ariya

A rompere con il passato non sono sole le forme, ma anche gli interni, realizzati in materiale fonoassorbente. Nell’abitacolo, infatti, tutto è ridotto all’essenziale con i comandi fisici quasi assenti: gli unici comandi presenti sulla console centrale sono quelli relativi alla climatizzazione, visibili solamente a vettura accesa e a sfioramento. A spiccare, invece, sono il quadro strumenti da 12,3” e lo schermo per l’infotainment delle stesse dimensioni. Sul parabrezza, poi, viene proiettato un grande head-up display a colori mentre nel tunnel centrale trova spazio lo scomparto per la ricarica wireless dello smartphone, un porta oggetti a serrandina i pulsanti aptici per selezionare la modalità di guida, il freno di stazionamento e la funzione “e-Pedal” e il cambio.

Cinque diverse versioni con prestazioni e autonomie differenti

Proiettata al futuro non poteva che essere anche il tipo di alimentazione, ovviamente 100% elettrica. Nissan Ariya, infatti, sarà proposta in cinque diverse versioni per il mercato europeo; alla base c’è quella a trazione anteriore con batterie da 63 kWh, affiancata da quella da 87 kWh. Inoltre saranno commercializzate anche le varianti e-4orce a trazione integrale nelle declinazioni da 63 kWh, 87 kWh e 87 kWh Performance. Diverse, chiaramente, anche le prestazioni con la versione “base” che potrà contare su 256 CV e una velocità massima di 160 km/h mentre la più prestazionale, la Performance, arriva fino a 464 CV con uno sprint da 0 a 100 km/ in appena 5,1 secondi. Tutte dispongono delle modalità di guida Standard, Sport ed Eco, alle quali si aggiunge quella Snow per le integrali.

Continua a leggere

Continua a leggere

Nissan Ariya, il SUV 100% elettrico

Variabili, in base alla versione, anche le autonomie che vanno da un minimo di 360 km a un massimo di 500 km nella versione da 87 kWh con la ricarica che potrà essere gestita dal caricabatterie di bordo da 22 kWh e la compatibilità con i sistemi rapidi fino a 130 kW. Da sottolineare inoltre il fatto che la frenata rigenerativa, sulle versioni a trazione integrale, avverrà anche attraverso l’asse posteriore e non solo da quello anteriore. Sempre in team di tecnologia, poi, non potevano certo mancare gli ADAS, gli assistenti di aiuto alla guida con il ProPilot park che è capace di individuare gli spazi per il parcheggio e il sistema Nissan safety shield, che comprende l’Intelligent around view monitor, il sistema intelligente di avviso collisione frontale, il sistema intelligente di frenata d’emergenza e il sistema automatico di frenata d’emergenza posteriore, aiuta a mantenere alta la sicurezza durante la guida.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!

Da non perdere