Nissan GT-R, la sportiva dice addio all'Europa

Il marchio giapponese ha deciso di ritirare la sportiva dal Vecchio Continente: ecco i motivi dietro la scelta

Nissan GT-R

Nissan GT-R - Foto credits Nissan press

Le nuove normative UE in materia di rumorosità, che entreranno in vigore entro la fine dell’anno imponendo un limite di rumorosità variabile tra i 70 e i 78 decibel a seconda di potenza e peso dell’auto, hanno costretto a ritirare dal mercato europeo Nissan GT-R. La sportiva giapponese, infatti, non rientra nei parametri del Vecchio Continente e così il colosso dell’auto nipponico ha deciso, dopo 13 anni, di ritirare la vettura dal mercato che sparirà così dal Vecchio Continente rinunciando, dopo l’Australia, a un altro mercato.

I motivi dell’abbandono da parte di Nissan

Tredici anni dopo la sua introduzione in Europa come icona dell’auto accessibile ad alte prestazioni, possiamo confermare che la produzione europea di GT-R terminerà a marzo 2022 a causa della nuova normativa sul rumore stabilita dall’UE e dal Regno Unito il 1 luglio 2021″, scrive Nissan in una nota resa pubblica da Autocar. Una scelta controversa e che lascia un vuoto nell’offerta Nissan in Europa che si ritroverà senza una vettura sportiva ad alte prestazioni nel Vecchio Continente; probabile, però, che Nissan stia già pensando a un ritorno, magari con un’auto elettrica dalle prestazioni simili a quelle di GT-R.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti