Nissan Leaf Dream Drive, l’auto a zero emissioni canta la ninnananna ai bambini

Il colosso giapponese, in collaborazione con Tom Middleton, ha creato una vera e propria playlist per far addormentare i bimbi a bordo dell'auto mixando i suoni prodotti dal veicolo e le frequenze sonore di un motore a combustione interna

da , il

    nissan leaf dream drive

    Nissan Leaf non è solo l’auto a zero emissioni più venduta, ma da oggi, con Dream Drive, è anche la prima vettura capace di creare una ninnananna, sviluppata dalla casa giapponese per tutti i genitori che ricorrono al magico potere del dream driving, ovvero la consuetudine di far viaggiare i bambini in auto, cullati dal movimento del veicolo, fino a quando non riescono ad addormentarsi.

    Nissan Leaf Dream Drive, la ninnananna a zero emissioni

    Una vera e propria ninnananna quella creata da Nissan nella quali i suoni prodotti dalla LEAF a zero emissioni si fondono con le frequenze sonore di un motore a combustione interna per creare una traccia audio che rilassa i bambini. Realizzata in collaborazione con Tom Middleton, Sound Designer e Sleep Coach, Nissan LEAF Dream Drive, la prima ninnananna a zero emissioni, rappresenta la prima playlist per bambini insonni contenente cinque tracce da tre minuti che si integrano nelle avanzate tecnologie di bordo disponibili su LEAF 100% elettrica. “Oltre alle frequenze dei motori a combustione udibili solo dall’orecchio infantile, che cullano il bambino aiutandolo ad addormentarsi, tutti i suoni che si sentono sono il frutto dell’orchestrazione di suoni e ritmi registrati all’interno e all’esterno di una LEAF” ha spiegato Middleton.

    Sono moltissimi i genitori che usano la pratica del dream driving per far addormentare i propri bambini: una nuova ricerca condotta in tutta Europa evidenzia come i genitori soffrano a causa della costante privazione del sonno. Mediamente un genitore con un bambino fino ai due anni dorme meno di cinque ore di sonno per notte, e il 60% ammette di ricorrere al dream driving per far addormentare i bambini di cui il 57% almeno una volta alla settimana. Analizzando il motivo della scelta del dream driving, Nissan ha scoperto che il 70% dei genitori ne attribuiscono il successo al movimento del veicolo, mentre in realtà è prevalentemente in virtù delle frequenze sonore rilassanti dei motori a combustione in funzione che i bambini si addormentano in auto. Una pratica che, se fatta con Nissan Leaf, permette anche di pesare meno sull’ambiente fornendo una forte impronta ecologica, risparmiando in termini di emissioni di CO2 fino a 70 kg l’anno.