Noleggio auto in crescita, perché sempre più automobilisti lo scelgono

Noleggio auto in crescita, perché sempre più automobilisti lo scelgono

Per il noleggio auto il 2019 può essere considerato a tutti gli effetti un anno decisamente significativo. Secondo i dati ANIASA, infatti, le immatricolazioni di auto con la formula del noleggio a lungo termine, in costante crescita da alcuni anni, hanno toccato il massimo storico raggiungendo le 462.000 unità facendo così segnare un +6,1% sui volumi rispetto al 2018.

I dati del noleggio auto

Il comparto del noleggio a breve termine ha chiuso con il +4,4% di auto nuove in più, mentre quello del lungo termine dopo il primo trimestre in negativo, -14%, completa l’anno con un rialzo del 7,7% con quasi 282.000 immatricolazioni. Fondamentale, in questo senso, è stato il mese di dicembre per il noleggio auto a lungo termine dopo un annata che si è rivelata molto oscillante. Male nel primo trimestre (seguendo il trend della fine del 2018), bene nei quattro mesi seguenti (aprile +13,49%, maggio +20,23%, giugno +5,95% e luglio +3,49%), un ritorno al passivo ad agosto e poi la “ripresona” di settembre (+37,7%), ottobre (+29,97%) e novembre (+48,84%), seguita da un dicembre ancora migliore (+50,26%). L’annata si è così conclusa con un complessivo 281.301 immatricolazioni nei 12 mesi, stando ai dati Dataforce, con un incremento di 23.217 unità rispetto al 2018, di cui 6.299 soltanto a dicembre.

Perché sempre più automobilisti scelgono il noleggio auto

Un valido aiuto sui dati da record registrati a dicembre 2019 nel comparto noleggio auto è derivato anche dallo spauracchio dell’introduzione di una nuova e più penalizzante fiscalità sull’auto aziendale a partire dal 2020 che ha portato molti clienti ad anticipare i contratti. Anche se il provvedimento è poi scomparso dal programma della Legge di Bilancio, l’eccezionale volume delle immatricolazioni di dicembre ha consolidato il segno più nel risultato finale dell’anno 2019. Una crescita, quella legata al noleggio auto, che viene scelta sempre da più automobilisti; i motivi di questa scelta sono molteplici e vanno ricercati in diverse direzioni. In primo luogo, infatti, il noleggio consente di evitare brutte sorprese, comprese le spese non preventivate: molti dei costi sono già coperti – compresi assicurazione e bollo, manutenzione ordinaria e straordinaria, cambio gomme, assistenza stradale – e l’unica spesa effettiva rimane quella del carburante. Da non sottovalutare, poi, il risparmio legato al costo iniziale dell’auto, uno dei veri scogli per gli automobilisti: con il noleggio, invece, anche questo problema viene risolto. Di contro, però, c’è il mancato incasso sul veicolo al momento della rivendita in quanto non essendone proprietari è impossibile ricavarne qualcosa una volta finito il periodo di noleggio. Un inconveniente, questo, che sempre più automobilisti sembrano essere disposti a correre.

Parole di Riccardo Mantica