Nuova Hyundai Tucson plug-in hybrid, primo contatto

Abbiamo fatto un breve giro a bordo del C-SUV nella versione più elettrificata constatando consumi record e un totale comfort di guida

nuova hyundai tucson plug-in hybrid

fonte AllaGuida

Con nuova Hyundai Tucson la casa coreana non si è voluta far mancare nulla dal punto di vista delle tecnologie elettrificate inserendo a listino anche la variante plug-in hybrid, oltre alla full hybrid e la mild hybrid.

E dopo la nostra prova su strada di nuova Tucson mild hybrid abbiamo avuto modo di testare brevemente, nelle panoramiche strade del lago di Annone (Oggiono) e quello nelle imminenti vicinanze di Lecco, proprio la versione più green delle tre, ovvero la plug-in hybrid.

La vettura è spinta da un powertrain ibrido plug-in caratterizzato dall’uso di un motore 1.6 turbo a benzina da 180 CV abbinato ad una unità elettrica da 91 CV, per un totale di 265 CV e 350 Nm di coppia scaricati sulla trazione integrale permanente tramite l’uso di un cambio automatico con paddle al volante.

Nuova Hyundai TUCSON Plug-in Hybrid in ricarica

L’unità elettrica è alimentata da una batteria agli ioni di litio da 13,8 kWh e consente alla vettura di viaggiare a zero emissioni per circa 60 km con una sola carica che può essere effettuata tramite il caricatore di bordo da 7,2 kW collegando la vettura ad una colonnina pubblica o in alternativa ad una wallbox domestica.

Cosa cambia all’interno di Tucson plug-in hybrid

Hyundai-Tucson-Plug-in-Hybrid-panoramica-interni

All’interno dell’abitacolo lo schema è pressoché identico a quello della Tucson mild hybrid. Quindi lo spettacolare il cluster digitale da 10,25’’ senza alloggiamento e un display centrale AVN da 10,25’’ integrato nella consolle. Il tutto proteso verso il conducente il quale agevole di una posizione di guida da salotto e il tutto con comandi a portata di mano e semplici da utilizzare.

Hyundai-Tucson_Plug-in_Hybrid-console-cambio-automatico

Quello che la trasforma radicalmente è la presenza della console centrale per il controllo delle modalità di marcia (non c’è più leva del cambio), in cui troviamo anche il selettore “drive mode“, con Eco e Sport a disposizione, e il pulsante EV-HEV per passare in modalità di guida totalmente elettrica (solo Eco) modalità ibrida o modalità automatica, in cui il propulsore veleggia tra elettrico ed endotermico elettronicamente.

E poi a impressionare sono anche le soluzioni intelligenti offerte dalla vettura, come la base per la ricarica wireless dello smartphone dotata di una bocchetta specifica per raffreddare il telefono, o la chiusura automatica dei finestrini quando si entra in galleria.

Hyundai-Tucson_Plug-in_Hybrid_Blind Spot View Monitor

Ma la vera chicca, e ci aspettavamo sinceramente di trovarla dopo averla rilevata sulla Kia Sorento, è l’introduzione del Blind Spot View Monitor che proietta sulla strumentazione le immagini degli “specchietti virtuali”.

Una pace dei sensi totale quando si inserisce la freccia e appare la telecamera sul display centrale alla destra o alla sinistra del monitor in base a dove si deve effettuare il cambio di corsia. Abbattuta totalmente la possibilità di incappare nell’angolo cieco e rischiare incidenti. Top di gamma.

Come si guida Hyundai Tucson plug-in hybrid

Hyundai-Tucson_Plug-in_Hybrid_in strada

Iniziamo con il dire quanto i modelli ibridi plug-in siano dotati della tecnologia di gestione elettronica di Hyundai, che applica con precisione il controllo della coppia del motore elettrico in base agli input dinamici e alle condizioni stradali per migliorare le prestazioni in curva per un nuovo livello di dinamica di guida divertente. 

La trazione integrale sfrutta la tecnologia 4WD HTRAC della casa coreana e, grazie al selettore Terrain Mode, è possibile sfruttare la Tucson anche su terreni impervi.

Nuova Hyundai TUCSON Plug-in Hybrid frontale in strada

Il sistema del motore elettrico applica una forza frenante incrementale precisa alle ruote anteriori, aumentando l’area di contatto del pneumatico sulla superficie stradale per una maggiore trazione e risposta dello sterzo durante l’avvio della svolta. 

E il divertimento è davvero assicurato. La Tucson regala un feeling di guida inaspettato, complice anche l’ottimo assetto del telaio. Rigido al punto giusto.

Ed inoltre la vettura su strada si dimostra agile e scattante già in modalità ECO, per poi diventare estremamente divertente quando si imposta la modalità Sport.

A garantire una bella mano durante la guida ci sono poi i sistemi di guida assistita e le funzionalità di sicurezza attiva. 

E i consumi? Sfruttando a pieno la modalità Eco e la modalità di guida EV (quindi solo elettrico) con il minimo utilizzo del motore termico, abbiamo realizzato, su un percorso misto, l’impressionante consumo di soli 2,2 litri di benzina ogni 100 Km. La casa ne dichiara 1,4 litri ogni 100 Km. Sarà realizzabile? Avremo dovuto avere più tempo a disposizione…

Quanto costa la versione plug-in hybrid

Hyundai-Tucson_Plug-in_Hybrid_prezzi

Hyundai Tucson Plug-In Hybrid parte da una base di € 44.500 della versione XLine per passare ai € 46.100 della Exellence fino ai € 46.600 della versione sportiva NLine.

Lo sconto di 3.500 a vantaggio del cliente di Hyundai si aggiunge all’ecobonus di 4.500 €. Si possono quindi calcolare 8.000 euro di incentivi dal prezzo di listino.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!