Nuova Lexus RX, in Europa con un tris di soluzioni elettrificate

Saranno l'ibrida plug-in RX 450h+, l'ibrida RX 350h e la turbo ibrida RX 500h a sbarcare sul mercato

Lexus-RX-2022-ibrida

Lexus RX dopo oltre 20 anni di vita giunge alla quinta generazione e si svela al pubblico dopo oltre 3,5 milioni di unità vendute in tutto il mondo dalla sua introduzione nel 1998 di cui 300.000 in Europa.

La nuova RX mantiene la stessa lunghezza (4,89 metri) mescolando elementi di stile vecchi e nuovi con uno spazio maggiore all’interno. L’abitacolo sposa invece la filosofia tazuna (briglie del cavallo) e si concentra sul dare al guidatore un controllo diretto e intuitivo del veicolo, seguendo il principio di “mani sul volante, occhi sulla strada”. Migliora anche l’esperienza di guida, con il suo layout intuitivo e pulito, arricchito da un nuovo touchscreen da 14″.

La nuova RX viene fornita con una gamma di tre diverse varianti elettrificate in Europa. Al centro dell’offerta del marchio nell’Europa occidentale, l’RX 450h+ accoglie la tecnologia plug-in di riferimento di Lexus. 

Con la nuova RX 350h ibrida, Lexus introduce un’alternativa efficiente ai propulsori diesel e benzina di cilindrata inferiore. E per quei conducenti che cercano prestazioni più esaltanti, Lexus introduce il suo primo turbo ibrido in assoluto, l’RX 500h, che viene fornito con il controllo della forza motrice DIRECT4.

Com’è cambiata la Lexus RX

Per ottenere una posizione più audace, i designer Lexus hanno sviluppato una postura anteriore-posteriore più snella, estendendo il cofano, allungando il passo di 60 mm e abbassando la linea del tetto di 10 mm. 

Dando all’auto una sensazione simile a una coupé, il caratteristico montante posteriore nero (il cosiddetto “tetto galleggiante” di Lexus) ha ora un aspetto più tridimensionale, mentre il dinamismo RX extra deriva dalla linea del carattere ampia e dai grandi cerchi da 21″.

I fari a triplo LED sono più eleganti, più nitidi e più orizzontali. Il design, accentuato dalle luci diurne a forma di L, crea un look potente. Al posteriore, i fanali firmati Lexus a linea singola sottolineano l’iconica forma RX dell’auto, mentre la carreggiata più ampia (50 mm) ne esalta l’assetto e la presenza su strada. L’introduzione del nuovo badge “LEXUS” sul portellone crea un look pulito e contemporaneo.

Accentuando le credenziali sportive di RX, la F SPORT presenta miglioramenti nell’esecuzione della griglia anteriore, delle minigonne e dei paraurti aerodinamici anteriori e posteriori. 

La nuova Lexus RX è più leggera

La nuova Lexus RX (qui la berlina Lexus del futuro) è costruita sulla piattaforma GA-K, simile a quella della NX, ma con un assetto diverso. Ad esempio, la parte posteriore è stata completamente ridisegnata per estendere il passo ma anche implementare traverse aggiuntive e rinforzi di sospensione che aumentano la rigidità. 

Questa maggiore rigidità ha permesso agli ingegneri Lexus di mettere a punto le sospensioni in modo più accurato, migliorando non solo le prestazioni ma anche il comfort.

Questa nuova piattaforma RX ha consentito una riduzione del peso della vettura di 90 kg e una riduzione dell’altezza complessiva di 10 mm, risultando in un baricentro più basso di 15 mm. Il passo è allungato di 60 mm mantenendo la lunghezza fuori tutto e riducendo l’imbardata. Con 15 mm davanti e 50 mm dietro, la carreggiata è anche più ampia e, combinata con le ruote da 21″, conferisce alla RX una posizione e una presa più sicure.

Per risparmiare peso, Lexus ha utilizzato materiali avanzati come l’acciaio ad alta resistenza 2GPa per i montanti centrali e l’alluminio per le ali e il cofano. La nuova struttura comprende anche acciaio da 1180 MPa per il rinforzo dei bilancieri e acciaio da 1470 MPa per la rigidità del tetto.

Tre le varianti elettrificate per nuova Lexus RX

Lexus-RX-gamma-elettrificata-tre-varianti-ibride

Tre sistemi ibridi per nuova Lexus. Il primo è un “full” da 245 cv, il secondo è un plug-in da 306 cv con batteria ricaricabile da 18,1 kWh per un’autonomia in elettrico di almeno 65 km ed emissioni di CO2 pari a 24-26 g/km di CO2.

Il terzo invece è del tutto inedito perché l’unità termica è un 2,4 litri turbo, accoppiato ad un motore elettrico e ad un cambio automatico a 6 rapporti mentre per le ruote posteriori c’è un elettrico da 80 kW. La potenza complessiva è di 371 cv per uno 0-100 km/h in 6 secondi.

Sicurezza e assistenza alla guida

Lexus-RX-2022-sicurezza-assistenza-guida

La nuova Lexus RX beneficia di sistemi di sicurezza attiva e assistenza alla guida di livello superiore presenti nell’ultima, terza generazione di Lexus Safety System+ con funzioni aggiornate e una maggiore portata per il rilevamento e la prevenzione del rischio di incidenti.

I miglioramenti includono un’ulteriore espansione della capacità del sistema di pre-collisione di rilevare motocicli e altri oggetti nel percorso dell’auto. 

Può anche riconoscere i rischi di collisione con il traffico in arrivo o con i pedoni che attraversano quando si svolta a un incrocio. La sua risposta di rilevamento è più rapida e la capacità di evitare un impatto è aumentata dall’assistenza alla sterzata di emergenza.

Lexus-RX-2022-dettaglio-interni

Sono stati apportati miglioramenti anche all’Adaptive Cruise Control in modo che ora riconosca più rapidamente il traffico che taglia davanti e, insieme agli aggiornamenti al Lane Trace Assist, segua una linea più naturale attraverso le curve. L’ACC è stato inoltre ampliato per rispondere a più segnali e comandi, inclusi segnali di avvertimento e segnali di STOP.

Introdotto ora anche su RX, il sistema di pre-collisione con Active Steering Assist determina quando esiste un’elevata possibilità di collisione con un pedone davanti o con un oggetto. 

Se il sistema determina anche che è difficile evitare la collisione con il solo controllo del freno, ma che potrebbe essere evitato utilizzando il controllo dello sterzo, il sistema di assistenza utilizza l’Active Steering Assist oltre ad attivare un avviso e azionare i freni.

E poi c’è il Driver Monitor che utilizza una telecamera montata sopra il volante per controllare costantemente le condizioni del conducente. È anche in grado di rallentare o fermare l’auto se il conducente non reagisce agli avvisi.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!