Nuova Mazda 2, tecnologia ibrida e dotazioni da ammiraglia

#DEVA_ALT_TEX# nuova Mazda 2

La nuova Mazda 2, evoluzione del modello entry level della propria gamma, entra ufficialmente sul mercato e lo fa rinnovandosi in maniera importante sposando la causa dell’ibrido. Un aggiornamento, quello della nuova Mazda 2, giunto a distanza di quasi 6 anni per l’utilitaria della casa di Hiroshima, che crede fermamente nelle possibilità di rilancio in un anemico mercato delle auto compatte attorno ai quattro metri. E per farlo, il marchio giapponese ci ha messo il carico, inserendo nel suo 1.5 benzina un piccolo motogeneratore, ottenendo così un sistema ibrido “leggero”, in sostanza un mild hybrid, una soluzione dedicata alla piccola compatta della gamma, la quale, grazie all’escamotage elettrico, imprime alla nuova Mazda 2 percorrenze medie superiori rispetto alla precedente versione. Si parla di ben 24,4 km/l ottenuti grazie alle capacità di un propulsore che si distingue in questo segmento in cui quasi tutte le competitor adottano i 3 e 4 cilindri tra 900 e 1.0 di cilindrata.

Continua a leggere

Continua a leggere

Nuova Mazda 2 è ora quindi disponibile con motorizzazione 1.5 benzina mild-hybrid da 75 Cv/135 Nm (soluzione adatta per i neopatentati) o 90 Cv/148 Nm e con allestimenti che ne fanno una vera e propria “piccola ammiraglia”. Con l’obiettivo dichiarato della casa giapponese di aprire la strada a una nuova era di vetture compatte che ridefiniscano la qualità nel segmento B.

Come cambia nuova Mazda 2

Iniziamo col dire che le dimensioni non sono cambiate. L’auto rimane dunque lunga 4,96 metri, larga 1,70, alta 1,50, con 4 porte, 5 posti e un vano bagagli da 250 litri. Ma la rivisitazione del frontale, ora più simile a quello delle sorelle maggiori (griglia e paraurti ridisegnati), rilancia l’aspetto della vettura, che acquista carattere grazie anche ai nuovi cerchi in lega da 16″ (in alternativa a quelli da 15″ in acciaio) e ai nuovi fari a LED (di serie). All’esterno il facelift è comunque davvero minimo dove le modifiche si limitano ai paraurti, ora con inserti color metallo orizzontali anziché verticali e la cromatura più estesa, che arriva fin sotto i fari. Gli interni, inoltre, presentano materiali di alta qualità e l’abitacolo è di una raffinatezza che va al di là degli standard del segmento. Riabbracciando il concetto chiave di Mazda, ovvero il rapporto uomo-macchina, è stata migliorata la posizione al volante, il comfort dei sedili, oltre che la silenziosità e la ricchezza di strumentazioni e dotazioni.

Continua a leggere

Continua a leggere

Dotazioni da auto premium

E a proposito di dotazioni qui entriamo in un campo dove, per la nuova Mazda 2, nulla è statao lasciato al caso. Sono previsti di serie, ossia per la versione di base Evolve, l’head-up display, lo specchietto retrovisore a commutazione automatica e una serie di sistemi di assistenza alla guida che includono la frenata automatica con rilevamento notturno dei pedoni fino a 80 km/h, il mantenimento di corsia, il riconoscimento dei segnali stradali, il view monitor a 360 gradi con 4 telecamere e sensori di parcheggio. Presente inoltre il Mazda Connect, che supporta Apple CarPlay e Android Auto e non manca il joystick nel rinnovato sistema infotainment con display da 7″.

La più ricca Exclusive, invece, aggiunge di serie gli interni in pelle con poltrone riscaldabili, gli abbaglianti “intelligenti”, i sensori di distanza anteriori, il monitoraggio dell’angolo cieco e la frenata automatica che funziona anche in retromarcia e a qualunque velocità. Oltre al cruise control adattativo, telecamere perimetrali, sistema di rilevamento della stanchezza del guidatore e riconoscimento dei segnali stradali, che vengono riproposti nell’head-up display. Di optional, in pratica, ci sono solo la vernice metallizzata, i sistemi di sicurezza avanzati per la Exceed, e il navigatore.

Quanto costa la nuova Mazda 2

La nuova Mazda 2 si compra con 17.800 euro, costo chiavi in mano per le versioni Evolve da 75 e 90 CV. Salendo con le dotazioni, poi, aumenta anche il prezzo che passa a 19.900 euro per la versione intermedia Exceed mentre ci vogliono 22.550 euro per la super equipaggiata Exclusive. Chi l’ha ordinata prima della fine di gennaio ha usufruito di uno sconto di 2300 euro, ma per festeggiare il centenario dell’azienda saranno praticate campagne promozionali con sconti applicati di circa 2000 euro.

Continua a leggere

Continua a leggere

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!

Da non perdere