Nuovo bonus in arrivo: italiani al settimo cielo, come richiederlo

L’Italia non può restare indietro: in arrivo un nuovo bonus, ecco chi può richiederlo e la procedura da seguire

Se si vuole cambiare qualcosa vanno offerti servizi e l’Italia non vuole farsi trovare impreparata: pronto un nuovo bonus per cittadini per favorire la svolta ma quali sono i requisiti necessari e come va effettuata la richiesta? Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

bonus colonnine imprese privati
Nuovo bonus: come fare per ottenerlo e a chi è riservato (Ansa) -allaguida.it

Ogni anno le tecnologie cambiano, nuovi prodotti sostituiscono i precedenti. Un ambito che deve essere esplorato in maniera rilevante è quello legato all’ambiente. Difatti, l’impatto dell’uomo sulla natura non può essere ignorato. A tal proposito, negli ultimi anni sono diversi quelli che hanno deciso di convertirsi a un auto elettrica. Tuttavia, per una svolta importante occorre fornire ai cittadini, e non solo, ciò che è necessario per il loro funzionamento ossia delle colonnine dove poter ricaricare le proprie vetture.

Bonus colonnine per imprese e privati: come richiederlo

“Vogliamo accompagnare la mobilità elettrica nel Paese, già fortemente sostenuta dal PNRR”: con queste parole il ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica  Pichetto Fratin ha annunciato, rispondendo a un interrogazione alla Camera, l’arrivo di un bonus per le colonnine elettriche. Le richieste potranno essere presentate dalle ore 10 del 26 ottobre compilando il modulo sulla piattaforma di Invitalia.

Colonnina elettrica: in arrivo un bonus
Colonnina elettrica: cosa copre il bonus (Ansa) -allaguida.it

Il bonus si pone dunque come un aiuto verso una svolta green. Per sostenere questo cambiamento è stato delineato, come accennato dal ministro, anche il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) che prevede la creazione di 20.000 infrastrutture in aree urbane e superstrade entro il 2026, con un investimento di oltre 700 milioni di euro. Ai fondi europei vanno aggiunti 87,5 milioni stanziati dal governo per operatori economici. La maggior parte dei fondi, 70 mila circa, saranno stanziati per le imprese mentre i restanti andranno ai professionisti che decideranno di fare richiesta.

In particolare, potranno accedere al bonus tutte le imprese, a prescindere dalla loro grandezza, sia i singoli professionisti per un importo pari al 40% delle spese ammissibili sostenute al 4 novembre 2021 e oggetto di fatturazione elettronica. Le spese possono riguardare l’acquisto e l’azionamento dell’infrastrutture di ricarica, compresa l’installazione di colonnine e degli impianti e dei dispositivi di monitoraggio. Il contributo può coprire fino al 10% del costo dell’acquisto e della messa in opera, comprese le spese per la connessione alla rete elettrica e quelle di progettazione, direzione lavori, sicurezza e collaudi. Per gli interessanti non resta dunque che fare richiesta prima della scadenza del bando.

Impostazioni privacy