Papa Francesco riceve una Dacia Duster, versione speciale per il Pontefice

Il Santo Padre ha ricevuto in dono una versione esclusiva del SUV con tetto apribile, sovrastruttra smontabile e interni speciali

da , il

    papa Francesco con la Dacia Duster

    Papa Francesco ha una nuova Papamobile: si tratta della Dacia Duster che i rappresentanti del Gruppo Renault hanno consegnato al Pontefice. Un esemplare speciale quello consegnato al Santo Padre da Christophe Dridi, Md Groupe Renault in Romania e Ceo Automobile Dacia SA, e Xavier Mantinet, nel corso di una visita presso la residenza del Papa in Vaticano e che affiancherà quindi Bergoglio nelle prossime uscite pubbliche.

    Dacia Duster è la nuova vettura di Papa Francesco

    Una vettura, quella consegnata a Papa Francesco, decisamente particolare caratterizzata da una livrea completamente bianca con interni beige realizzati appositamente per lui in esclusiva. A rendere speciale il modello, lungo 4,34 metri e largo 1,80, ci ha pensato il Dipartimento Prototipi e il team Bisogni Speciali di Dacia in Romania, in collaborazione con il carrozziere Romturingia, che ha adattato l’auto facendo in modo che disponesse di 5 posti con un comodo divanetto posteriore e specifiche soluzioni ideate per renderla idonea all’uso che ne vorrà fare il Pontefice; tra le caratteristiche principali che spiccano all’occhio, infatti, ci sono un ampio tetto apribile sopra al quale c’è una sovrastruttura smontabile, elementi esterni ed interni di sostegno e un’altezza dal suolo inferiore di 30mm rispetto al normale per facilitare l’accesso a bordo mentre su entrambi i parafanghi anteriore spiccano le bandiere di Città del Vaticano.

    #DEVA_ALT_TEXT#dacia duster

    La nuova Papamobile, quindi, dovrebbe essere usata dal Pontefice in alcune delle sue uscite pubbliche. Non è la prima volta che il Santo Padre lega il proprio nome a Dacia: nel 2016, infatti, utilizzò una Logan per la sua visita in Armenia mentre sempre a un’auto Renault, del quale il brand Dacia fa parte, è legato Bergoglio visto che a Buenos Aires era solito utilizzare una R4, la stessa che dopo essere stato completamente restaurata un parroco di Verona venne consegnata nel 2013 al Papa.