Passaporto, cambia di nuovo tutto? In arrivo un’importante novità

Sono diverse le novità da sapere in merito alle normative sul passaporto. Tutto ciò che si deve conoscere sul tema

In molti lo acquisiscono anche solo per poter fare un unico viaggio, prima di farlo scadere, mentre altri lo utilizzano in continuazione. Tanti sono i modi di usare il passaporto, ma per tutti c’è un elemento comune: le regole cambiano in continuazione e, quindi, meglio essere ben vigili e attenti.

Passaporto cambia tutto
Passaporto, cambia tutto – allaguida.it

Ancora una volta, sono cambiate le regolamentazioni per poter acquisire un nuovo passaporto e le novità in merito a questa situazione sono realmente importanti. Ricordiamo che il passaporto è uno strumento utile per poter viaggiare al di fuori dei confini dell’UE, dato che per uscire dall’Italia può bastare anche solamente la carta d’identità riconosciuta da parte dell’Unione. Ovviamente, prima di poter fare dei cambiamenti radicali, vengono effettuati dei test, proprio come sta avvenendo in questo momento.

Fondamentalmente, parliamo della possibilità di poter dire addio al documento cartaceo per poterci avvicinare a lunghi passi verso il mondo della digitalizzazione. Per il momento, i test vengono effettuati in Finlandia, ma si pensa che entro il 2030 in tutta l’area dell’UE sarà obbligatorio per chiunque. Si attendono i risultati dei test, prima di poter estendere il suo utilizzo nei Paesi facenti parte dell’unione ma, per ora, le prospettive future ci parlano di un cambiamento radicale sul tema.

Cosa aspettarci

Per il momento, i cittadini finlandesi possono richiedere il documento per poter volare da Helsinki al Regno Unito con Finnair. L’idea è quella di trarre vantaggio dalla digitalizzazione del passaporto, specie in termini di tempo per chi si trova in viaggio e per le autorità preposte ai controlli.

Passaporto normative
Le nuove regole sul passaporto (Pixabay) – Allaguida.it

Per quanto riguarda le prime impressioni di questa novità, sembra che i “finanzieri” finlandesi abbiano recensito positivamente l’idea. Il tutto andrà a funzionare tramite l’utilizzo di uno smartphone, il qual mostrerà sullo schermo i dati relativi all’anagrafica del viaggiatore e il suo pass per poter intraprendere un viaggio al di fuori dei confini dell’UE.

Per il momento, i cittadini finlandesi per richiederlo hanno dovuto scaricare un’app, Fin DTC Pilot, ma lo smartphone deve possedere un blocco dello schermo, o tramite PIN oppure con il riconoscimento digitale o un Face ID. Una volta che è stata compiuta questa operazione, allora occorrerà registrarsi presso la stazione di polizia e presentarsi in commissariato con il passaporto di tipo cartaceo. Dopodiché, gli agenti scatteranno una foto al richiedente, per poi fargli firmare un foglio di consenso, il quale può essere ritirato in seguito.

Impostazioni privacy