Peugeot, caratteristiche eccezionali e prezzo ok: il nuovo Suv conquista il mercato

Peugeot pensa al futuro e, tra le novità della casa francese, potrebbe esserci un restyling per il Suv della casa: ecco la novità che potrebbe cambiare la vettura a ruote alte.

Peugeot, una delle case più importanti al mondo, è pronta a vivere una stagione di rinnovamento caratterizzata da importanti cambiamenti in particolare per il suo modello a ruote alte, Peugeot 3008. La vettura, infatti, dopo aver conquistato tutti, è pronta a rinnovarsi per rimanere sulla cresta dell’onda con novità stilistiche ma soprattutto motoristiche con l’arrivo di una nuova propulsione inedita.

Come sarà il nuovo Suv del Leone

Peugeot 3008, infatti, sarà protagonista dei prossimi mesi con la terza serie che potrebbe introdurre la nuova variante elettrica chiamata Peugeot e-3008, che rappresenterà il modello di punta della gamma. Il sistema di propulsione, infatti, sarà basato su una batteria più capiente che offrirà un’autonomia di 700 chilometri. Un dettaglio che suggerisce come la gamma elettrica della 3008 possa essere basato su due diversi tagli di batteria: il primo della capacità di circa 90 kWh e un altro più compatto da 60 kWh, offrendo così una gamma di percorrenza e un prezzo più accessibili a tutti gli automobilisti.

Nuovo Peugeot 3008, come cambia con la nuova generazione
Nuovo Peugeot 3008, le novità della nuova generazione (Peugeot press – Allaguida.it)

Se quella legata alla propulsione sembra essere la novità più rilevante, non vanno certo trascurate le altre con la gamma che dovrebbe contare anche sulla variante elettrificata Hybrid 136 e-DCS6, basata sul motore turbo a benzina da 1.2 litri, che è già presente nella serie attuale. Il cuore dell’offerta sarà costituito principalmente dalla versione plug-in ibrida basata sul motore da 1.6 litri, disponibile con potenze di sistema intorno ai 200 CV. Per gli interni, invece, tutto si concentra sull’i-Cockpit, caratterizzato da un ampio schermo panoramico curvo ad alta definizione da 21”, posizionato sopra la plancia in una configurazione sporgente e rivolto verso il conducente. All’interno della stessa cornice saranno poi presenti due pannelli: uno per la strumentazione e l’altro, di tipo touch, per il sistema multimediale.

L’effetto di galleggiamento del nuovo i-Cockpit della Peugeot 3008 sarà poi accentuato da una speciale illuminazione ambientale a Led posizionata sotto lo schermo. Il compatto volante a due razze, in linea con la tradizione, è posizionato più in basso rispetto ad altre marche, per consentire una visione più agevole dello schermo della strumentazione. Nella console centrale, infine, potrebbe trovare posto anche un piccolo selettore di marcia al posto della tradizionale leva del cambio automatico; una scelta non solo di valore stilistico, ma che consentirà di risparmiare spazio, consentendo di dedicare centimetri preziosi a vani di stoccaggio più piccoli e alla piastra di ricarica wireless per smartphone.

Basata sulla piattaforma Stla Medium del gruppo Stellantis, che rappresenta un’evoluzione rispetto alla piattaforma Emp2 attuale, la nuova Peugeot 3008 aprirà così la strada a quella che sarà utilizzata come base per la produzione futura di veicoli elettrificati di dimensioni medie e grandi nell’ambito di Stellantis. La casa automobilistica francese dovrebbe presentare il nuovo modello a settembre 2023, al netto di possibili ritardi, ma i clienti dovranno attendere diversi mesi prima di poter ricevere le prime consegne che dovrebbero iniziare nel 2024 ad un prezzo compreso tra i 30.000 e i 35.000 euro, in linea con le altre vetture del segmento.

Peugeot, quindi, si appresta ad aprire un nuovo capitolo proiettando la sua vettura a ruote alte verso un futuro che, per le il mondo delle auto in generale e per il colosso francese in particolare, sarà sempre più indirizzato verso le auto elettriche, ormai sempre più protagoniste di un mercato capace di rinnovarsi in un lasso di tempo relativamente breve assecondando così l’Europa, sempre pi vogliosa di abbattere le emissioni inquinanti e sempre più proiettata verso il bando delle auto endotermiche benzina e diesel a partire dal 2035, anno nel quale queste vetture non potranno più circolare.

Impostazioni privacy