Proroga revisione auto e patente, rinviate le scadenze grazie al Decreto Cura Italia

Nel nuovo decreto in via di approvazione potrebbero esserci uno slittamento di tre mesi dei termini per la revisione e un prolungamento della polizza assicurativa

Proroga revisione auto e patente, rinviate le scadenze grazie al Decreto Cura Italia

Foto Shutterstock | di Standret

Il Governo italiano è alle prese con le misure finanziare per affrontare l’emergenza coronavirus: tra queste, contenute nel Decreto Cura Italia approvato per dare respiro all’economia, ci sono anche la proroga revisione auto e quella relativa alla scadenza della patente di guida. Due provvedimenti che riguardano da vicino il settore auto con relative agevolazioni per gli automobilisti impossibilitati ad usare i propri veicoli.

La revisione auto spostata di 3 mesi

Nel decreto legge varato dal Governo c’è quella di attuare una proroga revisione auto di tre mesi per i veicoli a motore. Rinviare di novanta giorni il termine fissato per la scadenza, infatti, si è reso necessario a causa dell’impossibilità di portare i veicoli presso le officine a causa delle misure di contenimento varate proprio dal Governo per cercare di arginare il diffondersi del coronavirus. In questo modo è autorizzata fino al 31 ottobre 2020 la circolazione dei veicoli che entro il 31 luglio dovranno essere sottoposti a revisione o a visita e prova in seguito alla modifica delle caratteristiche tecniche.

Prorogata anche la scadenza delle patenti auto

Con lo stesso provvedimento, poi, il Governo ha deciso di prorogare la validità delle patenti scadute o che scadranno fino al 31 agosto. Una misura voluta fortemente per evitare l’assembramento di persone negli spazi degli uffici ancora aperti al pubblico affinché si rispetti la distanza di sicurezza evitando così situazioni che alzino il rischio del contagio.

Rc auto, estensione della durata

Il decreto legge del 9 marzo scorso, poi, ha introdotto anche la possibilità, per tutti i residenti negli 11 comuni della allora zona rossa, di sospendere il pagamento del premio dell’Rc auto. Una misura che, nonostante la diffusione del contagio e dell’estensione delle misure restrittive sulla circolazione limitata ai soli spostamenti essenziali con tanto di autocertificazione. Ora, però, grazie al decreto Cura Italia, le polizze Rc Auto saranno valide per un mese dopo la scadenza, anziché gli attuali 15 giorni. Nella norma, infatti, il termine entro cui “l’impresa di assicurazione è tenuta a mantenere operante la garanzia prestata con il contratto assicurativo fino all’effetto della nuova polizza, è prorogato di ulteriori quindici giorni”.

Novità anche per quanto riguarda la notifica delle multe

Una ulteriore novità, poi, riguarda i termini di notificazione dei verbali e di pagamento delle sanzioni. Dal 10 marzo al 3 aprile 2020, infatti, vengono automaticamente sospesi i termini di 90 giorni per la notificazione delle multe mentre per quelle già notificate si congelano i termini di pagamento delle sanzioni in misura ridotta, ossia 60 giorni dalla notifica con le scadenze interrotte che, a meno di diverse indicazioni, riprenderanno dal 4 aprile.

Parole di Matteo Vana

Da non perdere
Potrebbe interessarti