Quando parcheggiare l’auto diventa un… reato: se vi beccano così rischiate il processo

Non ci crederete ma rischiate davvero grosso quando parcheggiate così: ecco l’infrazione da non commettere assolutamente.

Molto probabilmente alcuni piccoli reati vengono commessi da persone che non avevano idea di cosa stessero facendo di così grave. Così è anche per molte infrazioni del Codice della Strada. Purtroppo molto spesso le multe che riceviamo sono solo retaggio di cattive abitudini che un ottimo guidatore non dovrebbe avere. Ma pensate, ci sono alcune infrazioni fatte con l’auto che costituiscono un vero e proprio reato.

E può esserlo anche quello di non dare importanza ad un divieto di sosta. Questo infatti, può intralciare il passaggio a veicoli d’emergenza e le conseguenze potrebbero essere catastrofiche. Anche per il possessore della vettura, s’intende. Affidarsi quindi ad una sosta non regolare può essere ritenuto un illecito penale. I modi di sbagliare sono anche tanti.

Multe auto, è assurdo: se ti beccano così vai a processo

Sicuramente capita molto spesso di passare accanto ad un’auto in sosta non autorizzata che presenti una bella multa sul parabrezza, ma come dicevamo, spesso le cose possono essere ben più gravi. Purtroppo in alcuni casi si può verificare un elemento di sosta selvaggia che intralciando il passaggio di veicoli come un’ambulanza, potrebbe ritardare l’arrivo di un paziente al pronto soccorso mettendo in pericolo la stessa vita del soggetto.

C’è poi un altro comportamento ritenuto reato. Quando cioè un soggetto si rifiuta di togliere la propria auto dal passaggio di un’altra vettura con l’intento di non far spostare una seconda persona. Questo è ritenuto reato di violenza privata così come bloccare un passo carrabile e quindi impedire l’uscita da un garage, lo è. Anche non permettere il regolare transito di bus, ambulanze ed altri mezzi pubblici non è certo raccomandato. Qui, ci si sporca di reato di interruzione di pubblico servizio.

Parcheggi, c'è qualcosa che non sapevamo
Divieto di sosta (allaguida.it – Ansa foto)

Attenzione infine ad un cavillo di cui bisogna sapere. Sicuramente non è per niente consigliato parcheggiare in ogni dove in seconda fila, ma ecco cosa ha deciso la Cassazione per un caso specifico. Qualora il conducente parcheggi un veicolo in seconda fila, ma senza rendersi conto del possibile rallentamento di mezzi pubblici come un’ambulanza che trasporta un paziente, non si avvierà per lui un processo per omicidio colposo.

Infatti, chi invece dovesse parcheggiare in maniera illegittima in un luogo dove è specificato il transito di mezzi come le ambulanze, saprebbe perfettamente che da lì potrebbero passare in ogni momento dei veicoli trasportanti ammalati o persone ferite. Se l’ambulanza dovesse tardare quindi l’arrivo in ospedale con conseguente morte della persona trasportata per via di quella sosta, allora si potrebbe correlare il decesso al parcheggio selvaggio del guidatore.

Impostazioni privacy