Questa piccola Smart in realtà è cinese: compatta e super aggressiva

La Smart è un’automobile molto apprezzata, anche se questa non è esattamente ciò che si potrebbe pensare sia.

La Smart è un’automobile che conosciamo tutti molto bene. Una micro-automobile che si è dimostrata decisamente apprezzata e amata nel corso del recente passato automobilistico.

kaiyi shiyue
Smart cinese (allaguida.it)

Soprattutto per chi utilizza un mezzo di trasporto su strade urbane e di città, e che quindi ha bisogno più di un veicolo ultracompatto, affidabile, conveniente e adatto ad ogni tipo di sosta che ad un investimento più importante a livello economico e fisico.

Oggi torniamo a parlare della Smart, anche se non ci occuperemo dell’azienda che ha realizzato tale famosa auto. Il motivo principale è infatti legato alla Cina e ad una vettura compatta davvero unica nel suo genere. Non è un plagio e tantomeno una copia, ma il riferimento alla compatta più discussa del ventunesimo secolo è impossibile da non notare.

Smart? no, Asia: l’auto orientale che sta facendo discutere è cinese

L’azienda Kaiyi ha realizzato la Shiyue, vettura elettrica dotata di un’autonomia da 301 chilometri. La vettura ha delle caratteristiche estetiche che fanno pensare alle nuove Smart; nel frontale e nell’andamento del tetto all’altezza del montante posteriore, per esempio, si vedono alcuni dettagli che ricordano la Smart #1 e #3. E’ una vettura da segmento A. Detiene due posti ed è stata realizzata per lanciare la sfida sul mercato alle citycar interamente elettriche.

kaiyi shiyue
Kaiyi Shiyue (allaguida.it – NewsCarsChina)

E’ lunga 3,6 metri, larga 1,7 ed alta 1,6. Gli interni sono semplici e curati. Non manca la strumentazione digitale. E’ presente un touchscreen centrale da 10 pollici e 25. Sul mercato può essere rintracciata in due versioni che, almeno principalmente, si differenziano per la grandezza della batteria. Anche la potenza è differente: la Kaiyi Shiyue può essere comprata con 48 o 54 CV di potenza massima. La vettura, e quindi l’azienda che l’ha realizzata, appartiene al Gruppo Chery. Quest’ultimo ha permesso alla Kaiyi Shiyue di utilizzare come base la piattaforma i-EA 01, progettata da zero per l’elettrico.

L’auto sarà lanciata ufficialmente a partire dal mese di ottobre 2023 in Cina. Non siamo attualmente a conoscenza di un possibile approdo in occidente, ma di sicuro si tratta di un modello molto interessante. Come abbiamo detto ad inizio articolo, non è affatto un plagio o una copia. E’ un veicolo originale e che può riservare tantissime sorprese tanto nel presente quanto nel futuro dell’automotive. I costruttori cinesi negli ultimi anni hanno dimostrato di poter fare grandissime cose. Vedremo se sarà così anche con la Shiyue.

Impostazioni privacy