Queste auto hanno un grosso difetto, può essere pericoloso: ecco di cosa si tratta

Ecco quali vetture potrebbero diventare presto pericolose per chi è a bordo: i clienti dovranno riportarle indietro.

L’agenzia nazionale statunitense per la sicurezza dei trasporti ha scoperto nuovi difetti su cui lavorare assolutamente. La NHTSA, questo il suo acronimo, dopo alcuni controlli dettagliati è venuta a capo di vetture con problemi all’air bag che potrebbero diventare molto pericolosi per i guidatori. L’azienda ARC che produce i gonfiatori che risultano difettati, si è però per adesso rifiutata di ritirare i propri prodotti.

Attenti al difetto
Attenti al difetto, è pericolosissimo – allaguida.it

Un difetto nel processo di saldatura che avrebbe già provocato il malfunzionamento del sistema di sicurezza, tra l’altro già presente in vetture vendute e quindi andate in strada. Secondo la NHTSA, il difetto comprenderebbe addirittura un numero che si aggirerebbe intorno ai 67 milioni di auto. Invece la ARC ha dichiarato di aver rifiutato il richiamo perché il difetto non sarebbe sistematico.

Attenzione, grosso difetto a quest’auto: dovete portarla indietro

Al contrario, secondo l’agenzia nazionale, ci sarebbero state già una vittima e sette feriti tutti a causa di questo sistema e per di più, che avrebbero avuto incidenti con 8 modelli di auto diverse. Il primo risale addirittura al 2009. All’epoca fu il conducente di una Chrysler Town and Country a restare gravemente ferito dopo lo scoppio dell’airbag. Nell’aprile del 2014 poi ancora un difetto in un airbag con inflator ARC, fece ferire il conducente di una Kia Optima MY 2004 al viso e ad una gamba.

Altri episodi si sono poi avuti nel 2017 con una Chevrolet Malibu, nell’agosto del 2021 con una Chevrolet Traverse, poi ancora ad ottobre e dicembre dello stesso anno, rispettivamente con una Chevrolet Traverse ed una Audi A3 e-Tron. L’ultimo incidente è avvenuto in Michigan, dove il conducente di un’altra Chevrolet Traverse ha riportato alcune ferite al viso.

Problemi con l'airbag, da riportare subito in azienda
Airbag (allaguida.it)

Tutte con lo stesso dato ovviamente non confortante. Gli airbag costruiti da diverse case, avevano tutti al loro interno un inflator ARC. Tutti a doppio stadio tranne uno. Le case produttrici degli airbag che hanno creato problemi nei precedenti incidenti erano: Key Safety Systems, Inc., Delphi, ZF-TRW ed in diversi casi, da Toyoda Gosei.

Dalla ARC per adesso nessun accenno alla volontà di ammettere le proprie colpe, ma fanno sapere che ormai è in vigore dal 2018 un nuovo processo di verifica per eventuali presenze di scorie da saldatura. Per ora la NHTSA ha deciso che prima di pronunciarsi definitivamente terrà un’interrogazione pubblica il prossimo 5 ottobre. Sarà possibile ascoltarla per intero sul sito della stessa agenzia.

Impostazioni privacy