Renault 5, i suoi 50 anni regalano una "Diamante"

Renault si è unita al designer francese Pierre Gonalons per reinventare questo modello iconico

Renault 5 Diamant modello iconico

Nel 2022 ricorre il 50° anniversario di una delle icone del marchio, Renault 5. Vero e proprio simbolo della cultura pop, tra il 1972 e il 1984 sono state vendute più di 5 milioni di unità del modello in diversi paesi.

E per celebrare il 50° anniversario di questo modello iconico, Renault ha deciso di unire le forze con un designer di spicco che si colloca tra i 100 principali creatori di Architectural Digest e rappresentante dell’artigianato francese.

Renault si è unita al designer francese Pierre Gonalons per reinventare la R5. Il risultato della collaborazione è la Renault 5 Diamant, un’inedita showcar elettrica nata dall’incontro tra il mondo dell’interior design e quello dell’automobile.  

Renault 5 Diamant, una vera e propria opera d’arte

Renault 5 Diamant di Pierre Gonalons

L’ispirazione di Pierre Gonalons proviene dalle arti decorative e, più precisamente, dall’alta gioielleria che si riflette nei dettagli preziosi ed innovativi. 

Renault 5 Diamant mantiene le linee caratteristiche e la forma iconica della “Supercar” originale, uscita per la prima volta dalla linea di produzione di Renault nel 1972, ma sotto questo aspetto familiare si cela una profonda trasformazione.

Sotto il cofano, l’auto è dotata di un motore 100% elettrico, primo elemento che ne attesta la modernità. Visivamente, il design introduce dettagli di grande qualità, che invitano alla scoperta di questa nuova e raffinata versione.

All’esterno,  la carrozzeria è stata snellita per far risaltare meglio le linee iconiche della Renault 5 mentre gli elementi aggiuntivi sono stati deliberatamente rimossi dalle sedi abituali per essere esaltati a livello di forma ed allestimento.

I fari e le luci sono sfaccettati come pietre preziose e le ruote larghe, ereditate dalla versione Alpine, sono state levigate e firmate al centro con il sole tanto caro a Pierre Gonalons.

La tinta della carrozzeria è il risultato di una vernice a tre strati, composta da pigmenti dorati su base rosa. Il tutto è ricoperto da uno smalto effetto brinato che crea un look cangiante, con riflessi dorati al sole e una sfumatura più blu all’ombra.

Renault 5 Diamant, all’interno vige l’essenzialità

Renault 5 Diamant interni

All’interno, tutto parla di essenzialità. Grazie alle competenze congiunte del Design Renault e degli artigiani che hanno partecipato alla realizzazione del progetto, Pierre Gonalons è riuscito a semplificare il veicolo mantenendo solo gli elementi molto specifici.

Le maniglie delle porte, i comandi degli alzacristalli e la leva del cambio sono stati ricavati da una sfera tronca, con rimandi a riferimenti molto parigini in ottone color oro pallido, materiali inossidabili e molto resistenti. Il volante, con la sua forma molto particolare eppur funzionale, è realizzato in marmo su carbonio e persino la chiave del veicolo è stata sottoposta ad un trattamento specifico.

Il tutto è stato realizzato basandosi sulle competenze di Renault per conferire all’insieme una credibilità e un indiscusso realismo automobilistico, senza compromettere l’uso degli elementi funzionali.

Non manca la tecnologia

Renault 5 Diamant 100% elettrica

Renault 5 Diamant è anche ricca di tecnologia. Innanzitutto, è 100% elettrica e dispone di un lettore di impronte digitali per sbloccare le porte. Come veicolo elettrico, Renault 5 Diamant ha una leva del cambio a tre posizioni sequenziali (marcia avanti, folle e retromarcia).

Le informazioni essenziali compaiono su tre strumenti rotondi con display digitale che celebrano il mondo dell’orologeria: velocità, ricarica e ora.

Per quanto riguarda la navigazione e l’infotainment, tutto è facilmente fruibile con lo smartphone del proprietario da posizionare sull’apposito alloggiamento nel bel mezzo della plancia.  

Renault 5 Diamant sarà venduta all’asta poche settimane dopo con il suo digital twin NFT. I ricavati della vendita saranno devoluti a Give Me 5, il nuovo progetto di responsabilità sociale della Marca dedicato alle giovani generazioni con lo sport e la musica.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!