Alla guida di Twingo Electric, la spassosa city car a zero emissioni

Diretta discendente della Twingo a propulsione endotermica la francesina in versione green è perfetta per l'utilizzo in città con circa 180 Km di autonomia verificati

Twingo Electric prova su strada

Emblema delle city car da ormai quasi 30 anni la Renault Twingo prosegue nella sua carriera con l’introduzione della versione 100% elettrica. Twingo Electric, o meglio, Z.E., si avvale di una batteria da 22 kWh e raggiunge la velocità massima di 135 km/h scattando da 0 a 50 km/h in 4 secondi.

L’abbiamo provata nell’allestimento Intens con una elettrizzante colorazione Blue Ocean, la quale ben si sposa con il concetto di “energia”. Pratica per il traffico cittadino, come da sua natura (3,61 metri di lunghezza), con Twingo Electric ci siamo concentrati particolarmente, come spesso accade con le auto elettriche, sull’autonomia e sui tempi di ricarica. Ma vediamo in primis questa versione nel dettaglio cosa ci offriva.

Quali sono le dotazioni di Twingo Electric Intens

Twingo Electric interni

La Twingo Z.E. da noi provata annovera di serie i fari diurni a LED “C-Shape”, fari fendinebbia, sensori di parcheggio posteriori, airbag frontali, laterali testa-torace, volante in pelle, sistema multimediale EASY Link da 7″ con navigatore e radio DAB, oltre a cruise control, parking camera e privacy glass posteriori.

In opzione sul modello in prova abbiamo apprezzato tantissimo i bellissimi cerchi in lega da 16″ Monega, la funzione cornering dei fari fendinebbia e la colorazione speciale Blue Ocean.

Cosa ci piace di Renault Twingo Electric

L’agilità e lo scatto sono le prime peculiarità che si trovano sulla city car francese a zero emissioni. Uno sterzo sorprendente con un raggio d’azione strepitoso e lo sprint iniziale della Twingo Z.E. Sterzo con un angolo di azione di 45° il quale consente manovre repentine negli spazi più stretti sfruttando il fatto che il propulsore elettrico è montato in posizione posteriore. Scelta tecnica azzeccatissima.

Twingo Electric Ocean Blue

Uno stile grintoso e brillante per la piccola francesina 100% elettrica con una griglia anteriore di grande appeal e dove Renault Twingo trova maggior assenso anche nelle immagini che la ritraggono.

Anche all’interno la sensazione è davvero piacevole. Tutto a portata di mano, ambiente “avvolgente” e funzionale.

Senza troppi fronzoli c’è tutto quello che serve per godere di una guida in totale comfort e leggerezza. Mancano in realtà un po’ di spazi per gli oggetti della vita quotidiana. Ma di fatto parliamo di una city car e non di un SUV.

Twingo Electric dettaglio interni

E parlando di spazi una peculiarità di Twingo Electric è quella di mantenere ben 240 litri di bagagliaio che diventano 980 a sedili posteriori abbattuti. E nella sua categoria si difende benissimo in tal senso.

All’interno c’è anche un gancio per tenere in ordine il cavo di ricarica che è elemento da non sottovalutare. Spesso è davvero scomodo dover tenere i cavi elettrici buttati “alla rinfusa” nel baule.

Altra piacevolezza negli interni la si nota dallo stile di alcuni dettagli come le cuciture negli interni porta a contrasto, e gli accostamenti cromatici dei sedili e della base del cambio automatico. Insomma la vita a bordo è semplice e spassosa.

Come si guida la Twingo Z.E.

Iniziamo a dire che Twingo Electric si avvia con chiave fisica, cosa a cui ultimamente Renault ci aveva poco abituati in quanto utilizza spesso chiavi elettroniche.

Cambio in drive e si parte. Leggero il rumore del propulsore elettrico quasi a ricordare un boeing in fase di pre-decollo.

Si percepisce immediatamente la libertà dell’asse anteriore dalle manovre. La trazione posteriore aiuta proprio questa dinamicità del raggio d’azione della piccola Twingo. La quale diventa una bestiolina elettrica da città ideale.

La visibilità è enorme anche al posteriore e la silenziosità a bordo estrema. Scatto repentino e risposta dell’acceleratore immediata, quanto la frenata ha un bel feedback diretto. E questo permette di agevolare di una guida istantanea e fulminea in ogni situazione.

E’ presente quindi a bordo un tasto “Eco” il quale limita leggermente questo brio di Renault Twingo Electric e diminuisce di fatto i consumi della batteria limitando la potenza. La Casa dichiara 20 Km di autonomia in più generali con la guida in modalità Eco.

Renault Twingo Electric come si guida
Renault Twingo sfila nel cortile del Grand Hotel Villa Torretta

Importante la presenza oltre alla normale modalità in “D” drive, del cambio automatico a trasmissione con riduttore a rapporto singolo della modalità “B” o chiamata B Mode (Brake) con tre livelli di frenata rigenerativa.

In sostanza alzando il piedi dall’acceleratore in modalità “B” la Twingo ha una frenata elettronica attiva. E rigenera maggiormente la batteria.

Spesso in città dove i rallentamenti sono frequenti questa modalità può risultare un po’ fastidiosa in quanto un po’ “nevrotica” nella sua natura. Meglio utilizzarla su strade di lunga percorrenza giocando sull’acceleratore a più elevate velocità e dove il rilascio è più “morbido”.

Consumi e tempi di ricarica

Twingo Electric tempi di ricarica

Per quanto riguarda consumi e tempi di ricarica facciamo una premessa doverosa. L’infotainment dell’Easy Link da 7″ è chiaro ed immediato senza troppi effetti grafici e offre poco in termini di intrattenimento.

Ma ha minuziosa attenzione per l’assistenza alla ricarica elettrica. Perché in compenso permette di gestire al meglio un eventuale viaggio. Da città a città sia chiaro. Questa Twingo Z.E. non è certo l’auto ideale per lunghi viaggi. E come?

infotainment Renault Twingo Z.E.

Oltre a dare geolocalizzazione di colonnine di ricarica nelle imminenti vicinanze, con tanto di tipologia di dotazione dell’infrastruttura (tipologia connettori) e disponibilità dello stallo, c’è un’opzione “Area raggiungibile“.

Questa permette di visualizzare l’area che si può coprire con il quantitativo di energia disponibile in tempo reale. E risulta molto utile quando si è alla ricerca di una colonnina.

Durante la nostra prova in solo modalità “Eco” siamo riusciti a coprire una distanza di 180 Km. Aria condizionata sempre accesa. Giusto dirlo. Può fare di più? Forse sì. Ma per non rimanere a piedi ci siamo fermati a ricaricarci.

Con una colonnina e-Station da 22 KW abbiamo verificato che in circa un’ora la piccola batteria di Twingo Z.E. si ricarica di oltre 50%. Ed in circa poco più di due ore abbiamo quindi completato una ricarica da 0 a 100.

Diversi i tempi se si usa chiaramente una normale presa di casa. Li si parla di oltre 10 ore per una ricarica completa.

Il consumo dichiarato dalla casa francese è di 14,1 kWh ogni 100 Km in città. Quindi con 22 Kw corretto arrivare a circa 180 Km insomma.

Quanto costa Renault Twingo Electric

Twingo Electric quanto costa

Renault Twingo Electric ha un prezzo di attacco di 22.950 euro. Ma la versione da noi provata con optional quali tinta speciale Blue Ocean, cerchi in lega da 16″ Monega e funzione cornering fari fendinebbia costa 26.100 euro chiavi in mano.

A questa cifra vanno considerati incentivi statali e regionali. Si può arrivare fino a 10mila euro in meno dal listino. Attualmente con la formula Renault Easy in caso di rottamazione si può acquistare Twingo Z.E. Life MY21 a 89 euro al mese (al netto degli incentivi statali).

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!