Revisione auto, arrivano delle novità: ecco cosa cambia e quanto si pagherà

Revisione auto, è importantissima e difficilmente può essere trascurata. Ecco cosa c’è da sapere sulla stessa.

L’utilizzo dell’automobile comporta il rispetto di varie regole impossibili da ignorare per i proprietari. Non soltanto per quanto riguarda il Codice della strada e le norme dal rispettare quando ci si mette al volante, ma anche per quanto riguarda il mantenimento del veicolo.

revisione auto
Revisione auto (allaguida.it – Canva)

Basti pensare all’obbligo di stipulare un contratto di assicurazione. Senza dimenticare, poi, la revisione dell’automobile. Proprio su quest’ultimo fronte sono in arrivo cambiamenti davvero importanti.

In tal senso,  il 2024 figura come un anno veramente assai importante. Ecco cosa cambia e quanto si dovrà pagare a partire dal mese di gennaio del prossimo anno.

Revisione auto, 2024 di cambiamenti: i dettagli

A partire dal 2024, i cambiamenti per quanto riguarda la revisione auto saranno vari. A partire da quelli legati alle procedure. Verranno introdotti controlli tramite la porta OBD e lettura di errori memorizzati nella centralina se la spia motore MIL resta accesa. Per quanto riguarda le vetture più recenti e conseguentemente aggiornate, novità per la comunicazione dei consumi del carburante memorizzati dalla centralina OBFCM. Queste modifiche aiuteranno a contrastare le frodi dei km scalati, dei presunti problemi di efficienza e sicurezza segnalati dalla diagnostica di bordo.

revisione auto
Revisione auto, cosa cambia nel 2024 (allaguida.it – Canva)

Detto questo, approfondiamo anche la questione dei prezzi. A partire dal 1° novembre 2021, lo ricordiamo, sono aumentati. Il costo del controllo periodico del veicolo è salito da 66,88 a 78,75 euro. La tariffa si dividerà in: costo della revisione, Iva al 22%, diritti motorizzazione e costo bollettino Pago PA. Tale aumento non è valido per le sedi della Motorizzazione, dove infatti il prezzo rimane di 45 €. Ricordiamo, infine, tempi e scadenze della revisione auto – regolati dall’articolo 80 del Codice della Strada – che rimangono invariati. Le vetture adibite al trasporto di cose o ad uso speciale di massa complessiva non superiore a 3,5 tonnellate, devono effettuarla entro 4 anni dalla prima immatricolazione e successivamente ogni due anni.

Il limite scende ad un anno per quanto riguarda i mezzi destinati al trasporto di persone con numero di posti superiore a nove, quelli con massa complessiva superiore a 3,5 tonnellate, rimorchi di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, taxi, autoambulanze, veicoli adibiti a noleggio con conducente e veicoli atipici. In linea di massima, i cambiamenti sono pochi, per quanto importanti. A prescindere da ciò, il 2024 sarà un anno importante per molti guidatori in tal senso ed è bene rimanere informati su tutte le nuove procedure.

Impostazioni privacy