Revisioni auto, gli italiani hanno speso 960 milioni di euro per i propri veicoli

A far aumentare la spesa è il numero di vetture sottoposte alla revisione auto. Tra le regioni quella dove si è speso di più + la Lombardia mentre quella con la spesa minore è la Val d'Aostra

revisioni auto

Foto Shutterstock | di 4 PM production

Gli automobilisti italiani, nel 2019, hanno speso 960 milioni di euro in revisioni auto: una cifra in aumento del 2,8% rispetto all’anno precedente a causa del numero di veicoli chiamati in officina per sottoporsi alla consueta “visita” del meccanico.

Continua a leggere

Continua a leggere

Nessun aumento né per ciò che riguarda la tariffa fissata per le revisioni, ferma dal 2007 a 45 euro, né per gli oneri accessori ossia Iva, diritti per la Motorizzazione e bollettino postale. A far crescere la spesa, come riportato dall’Osservatorio Autopromotec, è stato il numero di vetture sottoposte al richiamo: le revisioni auto, infatti, sono obbligatorie per i nuovi veicoli dopo 4 anni mentre dopo diventano obbligatorie ogni 2 anni. Un dato che certifica, quindi, l’età piuttosto avanzata del parco auto italiano, in aumento per numero di veicoli. Dei 960 milioni di euro spesi, 646 milioni sono stati incassati dalle officine private di revisione. 314 milioni, invece, sono entrati nelle casse statali sotto forma di Iva ed altre imposte.

Le regioni nelle quali si è speso di più

L’aumento delle vetture sottoposte alla revisione auto fornisce anche un indicazione relativa alle regioni nei quali i veicoli sono stati costretti a recarsi in officina. A livello territoriale, infatti, la regione che ha registrato la spesa più alta è la Lombardia, con 156,4 milioni di euro, pari al 16,3% della spesa nazionale. Alle spalle della Lombardia, completare il podio, ci sono il Lazio con 90 milioni e il Veneto a quota 87 milioni. Più staccate, invece, l’Emilia Romagna e la Campania. In queste cinque regioni, però, si concentra più della metà della spesa nazionale. Tra quelle che invece hanno speso meno per le revisioni auto ci sono la Basilicata con 9,4 milioni. Agli ultimi due posto, invece, Molise a quota 5,4 milioni e la Val d’Aosta che con 2,5 milioni di euro.

Parole di Matteo Vana

Da non perdere