Ritiro Perez, tifosi spiazzati: l’annuncio lascia tutti di sasso

Il pilota della Red Bull Racing, Sergio Perez, sta attraversando una fase di gravi difficoltà in pista. Si inizia addirittura a vociferare di un suo ritiro.

Essere compagni di squadra di Max Verstappen può, seriamente, logorare la salute. Chiunque traslocasse nel box al fianco del tre volte campione del mondo farebbe una clamorosa fatica. Il livello di performance dell’asso di Hasselt, non solo è elevatissimo, ma è anche costante. Al Checo, in carriera, non sono mai mancati i picchi, ma non è mai stato un pilota regolarissimo.

Ritiro Perez? Fan a bocca aperta
Sergio Perez (Ansa) allaguida.it

E’ stato prelevato dalla Racing Point, semplicemente, perché la squadra austriaca con sede a Milton Keynes si era trovata in affanno con i giovani piloti della sua Academy. Avevano provato prima Pierre Gasly, nel ruolo che era diventato di Daniel Ricciardo, e poi Alexander Albon. Entrambi non hanno retto il passo del numero 1 del circus, accusando pesantissimi distacchi. L’andamento di Perez, invece, è stato da montagne russe con trionfi e passaggi a vuoto preoccupanti.

Per ora in Red Bull Racing non hanno in nessuno modo favorito il benessere mentale del nativo di Guadalajara. Sono arrivate forti pressioni e frasi che non avranno fatto piacere all’entourage del messicano. Helmut Marko lo ha anche apostrofato un pilota discontinuo a casa della sua provenienza territoriale. Da che punto di vista si guardi la vicenda, il team ha le sue responsabilità nel concentrare ogni elogio solo su Max, mentre l’esperto piloti di Guadalajara non ha fatto nulla per evitare le critiche.

Dopo i trionfi in Arabia Saudita e Azerbaijan in molti credevano possibile una sfida mondiale con il figlio d’arte di Jos. Il dualismo è durato molto poco perché Verstappen ha ingranato l’ultima marcia e ha battuto tutti i record storici della categoria, collezionando 10 vittorie di fila. Perez è stato, letteralmente, umiliato anche nella tappa del Qatar dove è stato doppiato dal teammate.

Perez, aria di ritiro

Il messicano sembra finito in un vortice da cui sarà difficile riprendersi. E’ legato ad un contratto sino al termine della prossima stagione con la RB, ma il consigliere Helmut Marko non è nuovo a colpi di scena sul mercato. Ha già rimosso, a metà stagione, De Vries in AlphaTauri per riportare in griglia l’ex Daniel Ricciardo. Quest’ultimo potrebbe rappresentare un usato sicuro per la RB consentendo, contestualmente, al promettente Liam Lawson di accaparrarsi un sedile, al fianco di Yuki Tsunoda. Verstappen, ad oggi, sembra imbattibile anche per un esperto di F1.

Perez, aria di ritiro
Sergio Perez e Max Verstappen (Ansa) allaguida.it

Sui social sono rimbalzate le voci in merito ad un imminente ritiro di Perez. Su Reddit è emerso un post, nel quale un ex dipendente di uno dei main sponsor del messicano, Escuderia Telmex, avrebbe spifferato di una cena dopo una giornata di test, dichiarando che la Red Bull avrebbe escluso Perez dalla line-up del 2024, già dopo la tappa in Giappone. Nel round in Messico si svolgerebbe il passo d’addio al circus dell’ex driver della Sauber.

Sono arrivate le smentite di rito di una fonte vicina al pilota. Sergio Perez, infatti, vorrebbe continuare a gareggiare almeno sino al 2026 per valutare anche il nuovo regolamento tecnico. Dopo quell’annata valuterà il suo futuro nel circus. Proverà a chiudere l’annata al secondo posto (suo miglior risultato di sempre in F1) per proiettarsi al meglio al 2024.

Impostazioni privacy