Rivoluzione in F1, pronto un grande cambiamento: i tifosi ci resteranno male?

In F1 si è ormai pronti ad assistere a una vera rivoluzione, con un cambiamento che potrebbe non piacere del tutto ai tifosi.

Nel 2023 non c’è stata di sicuro la tanto attesa lotta al vertice in F1. Max Verstappen e la sua Red Bull hanno dominato in lungo e in largo le prime dodici prove dell’anno e nulla si può mettere in mezzo tra l’olandese e il terzo titolo mondiale.

Grandi cambiamenti in F1
F1 (Ansa – AllaGuida)

La Scuderia austriaca ha messo nelle condizioni migliori il pilota figlio d’arte, con Max che ha potuto così dare vita a un vero e proprio dominio sulla concorrenza. L’obiettivo non è tanto quello di rivincere il Mondiale, ma di dominarlo.

Sono diversi i record al quale tiene moltissimo Max Verstappen in vista del finale di stagione, partendo prima di tutto dalla volontà di battere i 9 successi di fila di Vettel. Al momento è già a quota otto, unico a esserci riuscito nella storia oltre al tedesco.

Inoltre ci sono ancora tantissimi traguardi da poter raggiungere e con dieci gare ancora a disposizione non vi è davvero dubbio che il futuro sia sempre più Orange. A Spa si è vissuto anche nel 2023 un weekend molto complicato.

Il tracciato belga è uno dei più belli al mondo, ma il clima del Nord Europa non è mai semplice da decifrare. Se nel 2021 si era toccato uno dei punti più bassi di sempre della F1, con quella strana gara fatta solo da tre giri di Safety Car, quest’anno ci sono stati tanti alti e bassi, soprattutto in qualifica.

Sono moltissimi i piloti che si sono scagliati apertamente contro l’utilizzo degli pneumatici da bagnato, George Russell della Mercedes su tutti. Ecco dunque che la Federazione sta pensando a dei cambiamenti pazzeschi.

Addio alle gomme da bagnato: cambia la F1

Purtroppo ciò che è stato evidente in occasione del Gran Premio di Spa è che le gomme da bagnato non si sono rivelate sicure, anzi hanno causato solo problemi. Russell addirittura ha spiegato come nemmeno in Formula 3 correva con così tanti limiti di visibilità.

Rivoluzione in F1
Pneumatici bagnato (Ansa – AllaGuida)

Ecco allora come mai la Federazione, secondo le pagine di Auto Motor und Sport, sta pensando di abolire le Full Wet. Si tratterebbe di una clamorosa decisione, anche perché così sarebbero solo le intermedie a essere usate in condizioni di bagnato.

Il problema in questo momento delle gomme Full Wet è legato al grande innalzamento di acqua che queste provocano. Dunque è vero che riescono a rimanere maggiormente salde all’asfalto, ma al tempo stesso non danno praticamente modo a chi si trova dietro di poter vedere nulla.

Toto Wolff, Team Principal della Mercedes, ha apertamente chiesto delle spiegazioni a Pirelli per questa situazione. Lui stesso si è fatto carico dunque del malumore che serpeggia sempre di più tra i piloti in F1.

Passare al solo utilizzo delle intermedie sarebbe un cambiamento a dir poco epocale, con il mondo della F1 che dunque si troverebbe di fronte a una vera rivoluzione. La sicurezza dei piloti deve essere messa al primo posto e la visibilità in pista deve sempre essere garantita.

Impostazioni privacy