Salone di Ginevra 2019: le 10 migliori novità esposte [FOTO]

Si tratta di una delle più importanti kermesse automobilistiche mondiali: ecco le 10 migliori novità del 2019 presentate ed esposte al Salone di Ginevra

da , il

    Salone di ginevra 2019

    Il Salone di Ginevra 2019 si conferma ancora una volta un appuntamento da non perdere praticamente per niente al mondo, perchè ricchissimo di novità. Le Case Auto portano il fior fiore di modelli a questa kermesse, definibile praticamente tra le più importanti al mondo, per cercare di darsi un tono e di presentare tutto ciò che hanno di meglio. Ecco quali sono secondo noi le 10 migliori novità del Salone di Ginevra 2019

    Ferrari F8 Tributo

    Ferrari F8 Tributo
    Ferrari F8 Tributo

    Si comincia facile con la nostra top 10, perchè puntiamo all’italianissima Ferrari, uno tra i brand più rinomati al mondo nel settore industriale – badate bene, industria in senso omnicomprensivo, non solo automobilistica – Al Salone di Ginevra 2019 sarà presente la nuova Ferrari F8 Tributo. Si tratta di una berlineta due posti con motore centrale, che sostituisce la Ferrari 488 GTB ed ha la simpatica caratteristica di accreditarsi del V8 più potente mai prodotto da Ferrari per una serie non speciale. 720 cavalli sviluppa il motore da 3.9 litri, capace di spingere la nuova supercar del Cavallino Rampante da 0 a 100 km/h in 2.9 secondi e di raggiungere i 340 km/h di velocità massima

    Peugeot 208

    Peugeot 208 al Salone di Ginevra 2019
    Peugeot 208

    Che suonino le trombe, perchè al Salone di Ginevra 2019 arriva anche una nuova generazione di Peugeot 208. Non si tratta di un semplice restyling ma di un cambio radicale per la piccola francese, che non condivide quasi nulla ormai con il passato. Nuova la piattaforma sulla quale viene costruite, nuova l’estetica – che ha visto l’ammiraglia Peugeot 508 come musa ispiratrice – e nuova anche la possibilità di averla…elettrica. Ebbene la piccola Peugeot 208 2019 arriverà anche nella variante completamente elettrica.

    Volkswagen Touareg V8

    Volkswagen Touareg V8 Ginevra
    Volkswagen Touareg V8

    Il SUV grande e grosso di Volkswagen arriva alla kermesse ginevrina in una variante che in pochi si sarebbero potuti aspettare: con un motore V8 diesel. Si tratta di una motorizzazione che sconcerta tutti coloro che vedono il diesel bello che morto, dato che lo richiama in auge ed anche a gran voce. Il V8 diesel da 4 litri spinge le oltre 2 tonnellate di SUV con una potenza di 421 cavalli ma soprattutto con 900 Nm di coppia massima. Praticamente un treno, con al suo arco una serie di frecce come le barre antirollio a controllo elettronico, la trazione integrale ed il cambio automatico a 8 marce

    Puritalia Berlinetta

    Puritalia Berlinetta Ginevra 2019
    Puritalia Berlinetta

    I fan più accaniti non saranno di certo nuovi al nome Puritalia, brand artigianale con sede a Napoli. Si ricorderanno di certo della Puritalia 427, un tributo alla Shelby Cobra che però non ha mai preso veramente il volo. Adesso, al Salone di Ginevra 2019, è il turno della Puritalia Berlinetta. Tutto è cambiato dalla 427, compreso il motore, del quale è rimasto originale solo il monoblocco. Adesso la Berlinetta si presenta con una potenza massima di 965 cavalli grazie al lavoro combinato del V8 benzina da 5 litri e di un propulsore elettrico. Sì, avete letto bene: Puritalia Berlinetta è un’ibrida e vi lasciamo la curiosità citando un solo dato della scheda tecnica: 1.248 Nm di coppia massima.

    Skoda Kamiq

    Skoda Kamiq Salone di Ginevra 2019
    Skoda Kamiq

    Altra new entry che arriva dal Salone di Ginevra 2019 è la Skoda Kamiq. Si tratta del SUV più piccolo del brand ceco, che chiude ed amplia così la propria offerta di auto con “ruote rialzate”. Attacca il segmento B dei SUV, un target particolarmente ostico ed affollato, ma lo fa con decisione e soprattutto con una chiave stilistica rinnovata e rinfrescata rispetto al passato. E poi a stupire ci pensano sempre quei particolari “simply clever” che da sempre hanno contraddistinto Skoda in fatto di utilità ed intelligenza.

    Polestar 2

    Polestar 2 Salone di Ginevra 2019
    Polestar 2

    Per chi è appassionato di auto elettriche e non solo, Polestar non è esattamente un nome sconosciuto. Si tratta della divisione sportiva elettrica di Volvo, che già di suo potrebbe essere un fattore autoesplicativo. A Ginevra arriva la nuova Polestar 2, una berline elettrica che ha tutte le carte in regola per insidiare la Tesla Model 3 ed il segmento di mercato che vorrebbe monopolizzare. Si tratta di un’elettrica dal prezzo decisamente più abbordabile rispetto la Polestar 1 – parliamo di meno di 60.000 euro – e che sfrutta due motori elettrici per la trazione. Ovviamente, nessuna novità in tal senso nel campo delle auto elettriche, la distribuzione è di un motore per asse, mentre la potenza massima dichiarata è di 408 cavalli, con un’autonomia che dovrebbe aggirarsi attorno ai 500 km.

    Lamborghini Huracan Evo Spyder

    Lamborghini Huracan Evo Spyder
    Lamborghini Huracan Evo Spyder

    Non manca al Salone di Ginevra 2019 nemmeno Lamborghini, che dall’alto del suo know how eccezionalmente sportivo porta in campo la versione senza tetto della Huracan. Si tratta della Lamborghini Huracan Evo Spyder, che si affianca alla tradizionale variante coupé. Così come la “normale” Huracan Evo anche la Spyder è estremizzata, ma si riserva a quel pubblico ancora più esigente e che vuole del tutto stonarsi sotto le gallerie (o godersi per bene il sound del motore…). Il V10 aspirato è lo stesso della Huracan Evo e sprigiona sempre 640 cavalli, con 3.1 secondi per raggiungere i 100 km/h da fermo e 325 km/h di velocità massima. La capote in tela si ripiega in 17 secondi, mentre dal punto di vista dinamico a farla da padrone è l’asse posteriore sterzante.

    Mole Costruzione Artigianale Almas

    Mole Costruzione Artigianale Almas
    Mole Costruzione Artigianale Almas

    Fa il suo debutto al Salone di Ginevra 2019 anche la Mole Costruzione Artigianale Almas, una one-off dal design fortemente italiano. Erede diretta della Mole 001, dalla quale eredita quel “qualcosa” ma dalla quale cerca anche di distinguersi, evolversi, rendersi più aggressiva e guadagnarsi un’autonomia ben marcata. Nonostante tutto, però, non tutte le informazioni sono state già rese pubbliche, tanto che sappiamo solo che avrà un monoscocca in carbonio come telaio. Insomma, il meglio possibile ha previsto l’Adler Group sul piano tecnico.

    SUV Mazda

    Mazda Salone di Ginevra 2019
    SUV Mazda

    Tra le anticipazioni che ci sono per questo Salone di Ginevra 2019 sicuramente un posto lo dedichiamo al nuovo SUV previsto da Mazda, che entra di diritti nella nostra top 10. Tecnicamente dovrebbe essere un modello a metà strada tra Mazda CX-3 e Mazda CX-5, ma le informazioni ovviamente scarseggiano. Ufficialmente è stato dichiarato che avrà in dotazione motori SPCCI, cioè motori benzina che funzionano come dei diesel, coniugando quindi un’alta efficienza e creando un mix tra il funzionamento proprio dei propulsori a benzina e quelli diesel.

    Automobili Pininfarina Battista

    Automobili Pininfarina Battista Salone di Ginevra 2019
    Automobili Pininfarina Battista

    Nome evocativa per l’ultima creazione di Automobili Pininfarina, che troveremo in bella mostra sotto i riflettori del Salone di Ginevra 2019. Si tratta di una hypercar elettrica che promette numeri realmente da capogiro: 1.900 cavalli – millenovecento – che le garantirebbero uno scatto 0-100 km/h in soli 2 secondi, praticamente come una monoposto da Formula 1. 450 km è l’autonomia dichiarata, mentre la velocità massima che potrà raggiungere è di 400 km/h, notevole per un’auto elettrica. Dovremo però aspettare il 2020 per vederla sfrecciare effettivamente, anche se la produzione si fermerà a 150 esemplari e tutti per chi ha il portafogli particolarmente gonfio. Ci vorranno infatti ben 2 milioni di euro circa per portarsela a casa.