Sapevi che la Fiat 500 poteva essere così? Ecco perché saltò tutto

La FIAT 500 ha avuto diversi modelli nel corso della propria storia, ma uno di questi avrebbe potuto diventare così.

Sono rarissime le case automobilistiche negli anni hanno saputo far parlare di sé come ha fatto la FIAT. La casa torinese infatti è un grandissimo esempio legato allo sviluppo di una serie di automobili che si sono dimostrate nel tempo a buon prezzo e di grandissimo valore.

FIAT 500, ecco come avrebbe potuto essere
FIAT 500, modello pazzesco – allaguida.it

Tra quelle che in assoluto si è dimostrata maggiormente di livello e venduta in gran numero in giro per il mondo vi è sicuramente la 500. Si tratta di un modello iconico che ha accompagnato gli italiani per decenni, soprattutto durante il boom economico e negli anni ’70.

Un modello che nel corso degli anni ha saputo aggiornarsi sempre di più, fino ad arrivare alla versione odierna. La 500 di oggi si presenta con una lunghezza di 357 cm, una larghezza di 163 cm e un’altezza di 149 cm, il che le permette di essere una quattro posti.

Grande attenzione al miglioramento tecnologico, tanto è vero che vi è modo di poter montare sia un display da 5 che uno da 7 pollici. La volontà di guardare sempre di più al futuro ha fatto sì che la FIAT scegliesse di dare vita alla 50 solamente in versione ibrida.

Al suo interno monta un 3 cilindri da 1000 di cilindrata, con la possibilità di erogazione al massimo di 70 cavalli. Nonostante questo può comunque toccare i 167 km/h, non tantissimo per le auto di oggi, ma che dimostra il grande sviluppo negli anni della 500.

Il suo punto di forza è sicuramente il consumo, tanto è vero che per percorrere 100 km ha bisogno solo di 5,3 litri. Il suo costo è di 17.800 Euro e ha avuto grande successo, ma avrebbe anche potuto avere delle forme diverse.

Italdesgin Lucciola: l’offerta alla FIAT

Uno dei modelli avrebbe potuto in qualche modo ispirare la FIAT per il progetto della nuova 500 era la Italdesign con la Lucciola. Questa versione è poi divenuta realtà negli anni in quanto è stato firmato un accordo con la Daewoo per la realizzazione della Matiz.

Italdesign Lucciola, come sarebbe stata la FIAT 500
Italdesign Lucciola, ecco il modello che ricorda la 500 – allaguida.it

In principio questo progetto della Italdesign venne presentato a Bologna in occasione del Motorshow del 1993. L’azienda dichiarò di essersi ispirata al design della ID Cinquecento, con uno stile però leggermente diverso.

La prima cosa che si può notare già a primo impatto è il fatto che vi sono dei fari decisamente più tondeggianti rispetto al solito e lo stile è molto più sportivo. La vettura era molto particolare anche e soprattutto per quanto riguardava il motore, con un diesel da 500 di cilindrata e con 7,5 cavalli.

Non si trattava di un’auto di grande potenza e di velocità, infatti il suo picco massimo toccava solo i 100 km/h. Era però in qualche modo una delle vetture più pionieristiche del tempo, tanto è vero che presentava già una componente elettrica che le permetteva di toccare i 50 km di autonomia solo in elettrico.

La FIAT però decise di rifiutare la proposta della Italdesign e fu la fortuna della Daewoo. Il progetto fu rivisitato, ma la nascita della Matiz ha rappresentato in assoluto uno dei migliori modelli e che hanno avuto il maggiore successo.

Impostazioni privacy