Sciopero mezzi pubblici: stop il 3 febbraio a Roma, Napoli e Palermo

sciopero mezzi pubblici

Lo sciopero dei mezzi pubblici, indetto per il 3 febbraio da diverse sigle sindacali, rischi di paralizzare le maggiori città del Centro-Sud: ad incrociare le braccia, infatti, saranno i lavoratori che operano nel servizio pubblico di Roma, Napoli e Palermo che si fermeranno per protestare rendendo così particolarmente complicata la giornata per tutti coloro che abitualmente utilizzano tram, autobus e metropolitane. Una mobilitazione, quella che andrà in atto la prossima settimana, che farà vivere una giornata di passione a tutti i pendolari: ecco gli orari e le sigle che aderiranno allo sciopero dei mezzi pubblici.

Sciopero mezzi pubblici a Roma

Tra le città interessate alle scioperi dei trasporti ci sarà Roma con la mobilitazione che è stata proclamata dalle sigle sindacali Fast Confsal che incroceranno le braccia per 24 ore. Le motivazioni dello sciopero riguardano i miglioramenti sulla condizione del lavoro, il trattamento economico, l’adeguatezza dei mezzi e la sicurezza durante il turno. I disagi maggiori saranno per tutti coloro che utilizzano bus, tram, metropolitane e le ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo, oltre alla rete notturna di bus, composta dalle linee N (da N1 a N28) e dalla 913. Garantito, comunque, il servizio nelle fasce orarie più importanti con i mezzi pubblici che svolgeranno il consueto orario da inizio servizio alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Il servizio sarà invece regolare per i treni della linea ferroviaria Roma-Viterbo e per le linee degli autobus gestite da Roma Tpl.

Sciopero mezzi pubblici a Napoli

Anche a Napoli il trasporto pubblico si fermerà in occasione del 3 febbraio: lo sciopero, infatti, durerà 24 ore, riguarderà tutti i dipendenti di ANM ed è stato proclamato dalle organizzazioni sindacali Orsa, Faisa Confail e USB Lavoro Privato. Garantite, anche in questo caso, il servizio nelle fasce orarie più importanti per non creare troppi disagi ai cittadini che dovranno utilizzare i mezzi pubblici per recarsi a lavoro evitando così di creare un danno all’intera città.

Sciopero mezzi pubblici a Palermo

Più contenuto rispetto a Roma e Napoli, invece, lo sciopero indetto dal sindacato Osr Faisa-Cisl per il 3 febbraio a Palermo che prevede il fermo al trasporto pubblico locale di 4 ore – dalle 16.30 alle 20.30 – del personale della società Sais Autolinee di Palermo.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti