Senza rete: la colonnina rivoluzionaria che cambia l’Italia

Auto elettriche, la soluzione che risolve ogni problema
Auto elettriche, ecco la novità che può rivoluzionare il settore (E-Gap press – Allaguida.it)

Le colonnine di ricarica sono fondamentali per lo sviluppo delle auto elettriche: ecco la novità che potrebbe cambiare il mondo delle vetture green.

Le auto elettriche stanno diventando sempre più importanti nel panorama automobilistico mondiale. Questi modelli, infatti, stanno piano piano conquistando sempre più automobilisti che si stano convincendo della bontà del progetto legato alle vetture a zero emissioni ma che, in alcuni casi, sono ancora frenati dalla mancanza di infrastrutture che non consentono la ricarica immediata facendo correre ai possessori di questo tipo di veicoli il serio rischio di rimanere a piedi.

Proprio per questo le aziende stanno studiano soluzioni che consentano di portare più colonnine di ricarica possibili in strada, anche dove non è possibile l’installazione di grandi centri di ricarica. E il progetto vincente sembra essere quello perfezionato da E-Gap che ha studiato una soluzione per portare l’energia elettrica dove non c’è rete.

La soluzione per le auto elettriche

E-Gap, player italiano della ricarica a domicilio, non è nuova a soluzioni che cercano di semplificare la vita agli automobilisti che hanno scelto l’elettrico; l’azienda milanese, infatti, ha già come possibili soluzioni sia i suoi furgoni dotati di sistema di accumulo al posteriore sia i dispositivi portabili trolley. Adesso, però, c’è un’altra novità che potrebbe risolvere definitivamente il problema della ricarica.

Ricarica auto elettriche, in arrivo una novità rivoluzionaria
Ricarica auto elettriche, pronta la rivoluzione (Gerd Altmann da Pixabay – Allaguida.it)

Si chiama E-Gap Fast ed è la prima colonnina off-grid ultrafast. Progettata insieme a Pininfarina, che ha contribuito alla realizzazione di questa nuova colonnina sfruttando la propria esperienza nel campo del design, è pensata per uno scopo ben preciso, ossia portare la ricarica veloce dove non c’è rete elettrica o dove la rete elettrica non ha abbastanza potenza per garantirla. Il modo per farlo è piuttosto semplice ma al tempo stesso geniale: al suo interno, infatti, c’è una batteria da 200 kWh che può ricaricarsi quando non è in uso e che può poi fornirla nel momento del bisogno alle auto che si connettono.

Il modello presentato dalla casa ha una potenza massima di 120 kW – ma in futuro potrebbe anche aumentare – distribuibile anche su due veicoli con una potenza di 60kW ciascuno e la ricarica lenta, ad oggi fino a 5 colonnine di ricarica da 22 kW, gestendo la potenza sulla base delle effettive necessità del cliente e ottimizzando così i carichi sulla rete. In picco, poi, E-Gap Fast può addirittura erogare fino a 230 kW di potenza distribuiti su sette punti di ricarica simultaneamente e, se necessario, senza prelevare dalla rete. Tutto ciò è reso possibile da una batteria da 200 kWh prodotta da E-Gap che accumulerà energia anche quando non utilizzata, e un sistema di smart charging sviluppato con i partner dell’azienda.

Esteticamente la nuova colonnina portatile si presenta con una forma di un grosso parallelepipedo: su due lati adiacenti ci sono i due cavi di ricarica, con la lunghezza del cavo di ricarica che è stata massimizzata, per facilitarne l’utilizzo, mentre sui lati rimanenti il dispositivo è coperto da due grandi schermi che possono essere utilizzati anche per trasmettere messaggi pubblicitari e video dedicati agli utenti. Questa novità, ovviamente, è dedicata a tutti quei soggetti che hanno necessità di abilitare il proprio mercato all’uso dell’elettrico e a chi per ragioni tecniche, di tempistiche e di opportunità ha necessità di avvalersi di soluzioni di ricarica off-grid, con elevate performance e totalmente integrate, anche dove la potenza disponibile della rete elettrica non permette installazioni di colonnine fast e tantomeno super fast.

Una novità che potrebbe risolvere definitivamente il problema della mancanza dei punti di ricarica permettendo così alle auto elettriche di svilupparsi ulteriormente e in tempi più rapidi. Una soluzione importante non solo per gli automobilisti, che così non avrebbero più il problema della ricarica avendo molti più punti a disposizione, ma anche per tutte quelle aziende che potrebbero così offrire dei punti di ricarica anche dove la rete non esiste.