Silvio Berlusconi, la sua auto più ambita finisce all’asta: il prezzo è davvero sorprendente

Silvio Berlusconi non c’è più, come è noto ormai da tempo. L’addio dell’ex politico ha fatto parlare molto anche a livello motoristico.

Lo scorso 12 giugno Silvio Berlusconi se n’è andato, lasciando tantissimo all’Italia e al resto del mondo. Parliamo di un ex politico e imprenditore che ha davvero dato e perso molto, fra vittorie e sconfitte, dichiarazioni discutibili e comizi difficili da dimenticare, successi sportivi – con il Milan soprattutto -, imprenditoriali e politici e noie di un certo spessore con la giustizia.

silvio berlusconi maserati blindata all'asta
Silvio Berlusconi (allaguida.it – Ansa)

Berlusconi è stato tutto questo e di certo anche di più. Una figura umana difficilmente sintetizzabile in poche righe, che ha fatto inevitabilmente parlare di sé, nel bene o nel male.

Da pochi mesi purtroppo non c’è più, ma ciò che è stato vive ancora nella mente degli addetti ai lavori e di tutte quelle persone a cui non andava particolarmente a genio, e permane anche nel cuore di chi lo ha conosciuto nel profondo, amato, apprezzato e infine commemorato. L’ex Presidente del Consiglio italiano fa parlare di sé anche con l’ausilio di un’asta speciale. Scopriamo di cosa si tratta nello specifico.

Silvio Berlusconi, l’asta che viaggia nel passato: di cosa si tratta

Silvio Berlusconi e l’asta che lo riguarda. O meglio, che riguarda un’automobile che in passato aveva posseduto. Al Modena Meets Misano, il prossimo 2 settembre presso la sede di Giusti Aste a Formigine, finiranno al centro dell’attenzione ben 70 pezzi dal grande valore, autovetture comprese. In questa precisa occasione a prendersi la scena sarà principalmente la vettura blindata appartenuta a Silvio Berlusconi. Stiamo parlando della Maserati Quattroporte blindata V8 da 400 CV di potenza massima.

silvio berlusconi maserati blindata all'asta
La Maserati di Berlusconi all’asta (allaguida.it – Ansa)

Fu assegnata all’ex politico nel 2004 da Luca Cordero di Montezemolo; un anno, quello appena citato, che lo vedeva Presidente del Consiglio. Adesso è a disposizione di un collezionista privato. Tale Maserati detiene un prezzo non alla portata di tutti ovviamente. Parte infatti dall’importante cifra di 100mila euro. Una percentuale del ricavato di ogni bene battuto all’asta andrà in beneficenza all’associazione Centro Dino Ferrari, il tutto per arrivare all’acquisto di un microscopio da 100.000 volt.

Questa nuova apparecchiatura permetterà di analizzare i tessuti dei pazienti affetti da gravi malattie genetiche, dando informazioni importanti alla ricerca scientifica. In questo modo sarà possibile formulare una diagnosi più rapida e accurata. Una buonissima notizia, che fa avviare settembre davvero nel migliore dei modi. Nella memoria, che piaccia o meno, di uno dei volti più carismatici di sempre e di un’automobile davvero indimenticabile.

Impostazioni privacy