Cambio pastiglie freni: come sostituirle, la guida

Come si cambiano le pastiglie dei freni? Quanto costa e come effettuare la sostituzione. La nostra guida per un intervento fai da te.

da , il

    Cambio pastiglie freni: come sostituirle, la guida

    Quando bisogna cambiare le pastiglie dei freni? L’usura dipende da diversi fattori come i chilometri percorsi, lo stile di guida, le strade frequentate. Generalmente la sostituzione delle pastiglie dei freni va effettuata ogni 35.000 Km circa. Alcune vetture sono dotate di un sensore in grado di monitorare lo spessore e le condizioni della pastiglia segnalando attraverso una spia luminosa sul cruscotto il momento in cui è necessario procedere con la sostituzione.

    Anche l’indicatore del liquido dei freni può assolvere a questa funzione, l’accensione della spia potrebbe avvisare che è giunto il momento di cambiare le pasticche. Infine ci si può accertare dell’usura delle pastiglie in maniera empirica, ossia notando una frenata meno reattiva o smontando la ruota per verificarne lo stato visivamente.

    Cambio pastiglie freni: la procedura

    Cambio pastiglie freni: come sostituirle, la guida

    Sostituire le pasticche dei freni non è un intervento particolarmente difficile, occorre un po’ di pratica e di manualità, nonché armarsi di santa pazienza… Vediamo come cambiare le pastiglie dei freni:

    1. Acquistare le pastiglie giuste. Le pastiglie possono essere acquistate presso la propria concessionaria di fiducia, nei negozi di ricambi auto, online. L’importante è conoscere l’anno, la marca e il modello dell’auto e scegliere le pasticche migliori non solo in base al budget, ma valutare l’effettivo rapporto qualità/prezzo.

    2. A veicolo freddo sollevare l’auto con il cric in maniera sicura bloccando le ruote con dei supporti. Con la chiave a croce o lo svitatore automatico iniziare ad allentare i dadi. Dopo aver allentato i dadi e messo in sicurezza la vettura, con la macchina sollevata togliere la ruota.

    3. Utilizzando una brugola o una chiave ad anello iniziare a togliere i bulloni delle pinze. La pinza è fissata al disco del freno come un morsetto e permette il rallentamento della ruota prima che le pastiglie facciano presa grazie ad una pressione idraulica applicata per creare frizione con i dischi. In genere le pinze sono composte da uno o due pezzi con un fissaggio reso possibile da due o quattro bulloni all’interno della scatola del semiasse dove si aggancia la ruota. Importante, dopo aver rimosso le ruote bisogna ricordarsi di scollegare il filo connesso all’indicatore dell’usura delle pastiglie qualora fosse presente.

    4. Ora è possibile controllare la pressione delle pinze. In un vettura a riposo le pinze dovrebbero muoversi leggermente, se ciò non accade potrebbero essere ancora sotto pressione e uscire appena rimossi i bulloni. Verificare sempre la presenza di eventuali spessori e rondelle in modo da ripristinarli nella stessa posizione in seguito.

    5. Con molta attenzione bisogna spostare la pinza ancora attaccata al tubo del freno, riponetela con attenzione magari appoggiandola alla molla dell’ammortizzatore.

    6. Adesso è possibile togliere le pasticche vecchie. Fare sempre attenzione a come è montata ogni singola pastiglia.

    Se la pinza ha una parte basculante bisogna liberare la parte mobile, svitare il perno in basso, aprire la pinza, svitare i perni in alto e rimuovere le pastiglie usurate. Se la pinza è fissa, invece, è sufficiente rimuovere le molle e le graffe per poter estrarre le pasticche. Nel toglierle evitare di danneggiare la pinza o il tubo. In questo momento possiamo verificare anche lo stato di usura dei dischi dei freni, se necessario è il momento giusto per sostituirli.

    7. Inserire le pastiglie nuove nello stesso modo in cui erano inserite le vecchie usando l’antigrippaggio sulle parti metalliche e sulla parte posteriore delle pasticche per evitare quel fastidioso fischio dei freni. Non mettere il lubrificante sulla parte interna delle pastiglie altrimenti addio attrito e freni inesistenti…

    8. Con cautela rimettere le pinze in posizione sul disco e stringere i bulloni che le tengono ferme facendo molta attenzione. A questo punto è possibile controllare il livello del liquido dei freni e, se necessario, aggiungerne altro.

    9. Rimettere le ruote stringendo i bulloni prima di abbassare la macchina. Ricordarsi di togliere anche i supporti usati per bloccare le ruote dell’auto.

    10. Dopo aver avviato la vettura con il motore in folle premere i freni ripetutamente per fare in modo che le pastiglie siano opportunamente posizionate. Ora è il momento di procedere con un breve collaudo in una strada poco trafficata saggiando i freni a diverse velocità. E’ normale che, appena sostituite, le pastiglie nuove fischino un po’, ma se il suono è piuttosto forte e stridente è probabile che siano state montate al contrario, ossia con la parte interna rivolta verso l’esterno. In questo caso è necessario ripetere l’operazione per montarle nella giusta posizione.

    Cambio pastiglie freni: quanto costa

    Cambio pastiglie freni: come sostituirle, la guida

    Le pasticche vanno sempre cambiate su entrambe le ruote e montate a coppia su ogni freno. Il costo delle pastiglie dei freni anteriori può variare dai 20 ai 60 euro circa, mentre per quelle posteriori dai 30 ai 40 euro circa. Il costo varia ovviamente a seconda della marca, dell’anno e del modello di auto, nonché del brand scelto: Brembo, Bosch, Hella, Ferodo, ecc… Online è possibile trovare dei tool che permettono di capire in base alla vettura posseduta quale pastiglie acquistare, di quale marca, le caratteristiche e il prezzo.