Taglio accise su benzina e diesel, si va verso la proroga

Il Governo avrebbe trovato le risorse nel Def appena approvato da Camera e Senato tanto da pensare di estendere il taglio fino al 30 giugno

pompa benzina

Foto Getty Images | Sean Gallup

Il taglio delle accise su benzina e diesel, voluto dal Governo per abbassare i rincari dovuti alla guerra tra Ucraina e Russia, potrebbe essere prorogato fino al prossimo 30 giugno. La scadenza attuale, infatti, è fissata per il 2 maggio ma l’ipotesi, alla quale sta lavorando il governo, è quella di una proroga di altri due mesi per dare respiro alle tasche degli automobilisti calmierando così i prezzi facendo rimanere il prezzo della benzina sotto la soglia dei 2 euro a litro.

L’ipotesi proroga fino a fine giugno

Il Governo, infatti, avrebbe trovato le risorse utili alla proroga (circa 1,1 miliardi di euro necessari per allungare il taglio di due mesi) nel Def appena approvato da Camera e Senato tanto da estendere fino al 30 giugno il taglio di 0,25 euro delle accise su benzina e diesel, per un risparmio finale per gli automobilisti di 30,5 centesimi al distributore a causa del conseguente effetto anche sull’Iva, applicata sul prezzo con accisa inclusa. Il taglio delle accise ha fornito una boccata d’ossigeno al bilancio delle famiglie italiane, con una flessione del 19,2% del prezzo della benzina.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti