Tesla ora sotto copertura? Nascosto il nuovo modello sotto una Toyota

C’è grande curiosità negli Stati Uniti per quanto riguarda il lancio del Cybertruck della Tesla che, nella prima apparizione, su strada ha riportato alla mente il produttore di auto più forte al mondo.

Il mastodontico pick-up della Tesla ha fatto parlare di sé già al day 1 per le sue forme. Era il 21 novembre 2019 quando presso lo studio di design californiano della Tesla, la creatura di Elon Musk svelò a tutti le sue forme, mettendo in primo piano infrangibilità, teorica, dei vetri e la forza inarrestabile del pick-up elettrico.

Tesla ora sotto copertura?
Tesla prende spunto dalla Toyota – allaguida.it

Il designer della Tesla decise di sfidare la sua opera, lanciando una palla in acciaio contro il vetro laterale sinistro del Cybertruck. Risultato finale? A sorpresa si danneggiò ma si registrarono programmi di vendita record con 250mila ordini previsti. Nel 2019 il super pick-up fu nominato concept car dell’anno, grazie a soluzioni all’avanguardia come le sospensioni attive che gestiscono il peso in base al carico crescente. Il mostruoso bestione di Cupertino può persino alimentare apparecchi elettrici da 120 a 240 volt.

Il Cybertruck ha un telaio monoscocca in sostituzione di uno a longheroni e una carrozzeria separata, distanziandosi dalla tradizione classica dei pick-up. Per accrescere la rigidità presenta pannelli in acciaio inox laminati con spessore di 3 mm per un look piuttosto imponente. In teoria la vettura dovrebbe resistere ai proiettili calibro 9, mettendo in primo piano la tecnologia avanzata del cassone posteriore con una pedana estraibile per facilitare il carico. Il modello vuole fare la storia e traspare anche una certa ironia.

L’avvistamento della Tesla in strada

Per non mettere in mostra la linea squadrata del pick-up, a poche settimane dalla presentazione ufficiale, i tecnici della Tesla hanno deciso di testare l’asfalto con diverse unità mimetizzate nell’area trasporti delle sue Giga Factory. Come vedrete in basso nel video su Twitter dell’utente Chase Heibel la vettura è molto diversa rispetto al concept presentato a fine 2019. Puntando ad uno stile cubico la vettura non ricorda le sorelle minori.

In generale sono stati catturati 9 esemplari in strada mimetizzati, non avendo neanche la targa identificativa. La Tesla si è travestita da Toyota Tundra per accrescere l’hype intorno al lancio dell’auto. In sostanza a Cupertino si stanno divertendo a coprire le vetture e a camuffarle come le principali competitor, com’era venuto anche per la Ford F150. Le strategie del brand californiano stanno cambiando con una offerta più variegata a prezzi più vantaggiosi.

Si tratta di un modo originale per prendere in giro i rivali, con la piena consapevolezza di poter giocarsi delle carte che i concorrenti al momento non hanno. Per quanto il travestimento sia singolare emergono delle caratteristiche peculiari, specialmente per quanto concerne le linee laterali con un passo lungo e i gli enormi passaruota. La Tesla ha mandato un chiaro messaggio al noto brand nipponico, senza considerare la battaglia che si avrà con il leggendario pick-up Ford per diventare il più popolare al mondo a zero emissioni.

Impostazioni privacy