Toyota Rav4, ora è anche ibrida plug-in

Il SUV ricaricabile ha debuttato a Los Angeles, ma per vederla in Europa bisognerà aspettare la seconda metà del 2020

da , il

    Toyota Rav4, ora è anche ibrida plug-in

    La storia di Toyota Rav4 si arricchisce di un nuovo capitolo: al Salone di Los Angeles, infatti, è stata presentata in anteprima mondiale la versione ibrida-elettrica plug-in che, basandosi sull’esperienza della casa giapponese nella tecnologia Full Hybrid Electric, promette di offrire ai propri clienti una vettura più potente e allo stesso tempo efficiente grazie a consumi ed emissioni ridotti.

    Più potente con emissioni contenute

    Una prima versione ibrida-elettrica plug-in, quella del Rav4, che si posizionerà al vertice della gamma Toyota offrendo motori elettrici più potenti – grazie all’esperienza acquisita con le due generazioni della Prius – e anche più efficienti con una batteria capace di garantire fino a 60 km in modalità elettrica con una potenza complessiva di 306 Cv/ 225 kW e un’accelerazione che porta il modello a scattare da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi. Un incremento ottenuto grazie al nuovo motore elettrico con Toyota che ha sviluppato una nuova batteria agli ioni di litio ad alta capacità aggiungendo un convertitore boost all’unità del sistema ibrido mentre il propulsore benzina rimane il consolidato Hybrid Dinamic Force da 2,5 litri. Risultati che non vanno a pesare su consumi ed emissioni visto che i dati pre-omologazione della nuova vettura registrano emissioni di CO2 inferiori ai 30g/ km.

    toyota rav4 plug in hybrid retro

    Una rivisitazione, quella di Toyota Rav4 plug-in Hybrid, che non si nota solo sotto al cofano, ma anche in alcuni dettagli stilistici come il nuovo paraurti anteriore con luci LED verticali e la cromatura nella parte inferiore oltre alle palette al volante per la gestione del cambio automatico a variazione continua. L’arrivo sul mercato europeo della nuova vettura del marchio nipponico è prevista per la seconda metà del 2020, con le date precise che saranno svelate in un secondo momento così come i prezzi che l’azienda giapponese non ha ancora reso noti.