Traffico in città, Roma seconda al mondo per ore perse in auto: la classifica

traffico a roma

Il traffico a Roma, così come nella stragrande delle metropoli del mondo, è uno di quei problemi ai quali gli automobilisti hanno ormai fatto l’abitudine: è quasi impossibile, infatti, mettersi al volante senza trovare un ingorgo, un tamponamento o un altro fattore sul percorso che rallenti il normale scorrere del flusso di macchine che ogni ogni attraversa la città. Quello che fa pensare, però, è che solo in una città al mondo si perdono più ore al volante rispetto alla Capitale: a riportarlo è un’analisi dei trend della mobilità e della congestione urbana, fatta dal Global card scorecard di Inrix, che ha evidenziato come solo a Bogotà, capitale della Colombia, si trascorra più tempo seduti alla guida della propria auto.

Roma e Milano regine del traffico in Italia

Un dato, quello relativo a Roma, che fa riflettere: con 254 ore a testa perse ogni anno nel traffico, la Capitale d’Italia è preceduta solamente da Bogotà che guida questa speciale classifica con 272 ore. A chiudere il podio, invece, c’è Dublino con 246, davanti a Parigi e la russa Rostov con 237 e Londra che si ferma a 227. Settimo posto, invece, per Milano, l’altra città del Belpaese che si colloca nella top ten, con 226 ore perse in coda: l’Italia, in questo senso, è l’unica insieme alla Russia (con Rostov e Mosca) ad essere presente con due metropoli nella classifica delle prime dieci città nelle quale si perdono più ore al volante. Un record poco edificante per Roma del quale gli automobilisti dell’Urbe avrebbero fatto volentieri a meno. Diverso, invece, il livello di congestione del traffico dove Roma risulta essere decima, in aumento rispetto al 13° posto ottenuto l’anno precedente e dove le prime tre posizioni sono occupate da Mosca, Istanbul e Bogotà.

Le altre città italiane in classifica

Scorrendo la classifica, però, si nota come non siano solo Roma e Milano ad avere problemi con il traffico, ma anche le altre città italiane con gli automobilisti sempre più spesso costretti a perdere ore preziose al volante della propria vettura. Firenze, ad esempio, è quindicesima con 195 ore perse nel traffico, Napoli è due posizioni più in basso, Torino è alla posizione numero 22 con 167 ore, Genova alla 46 (148 ore) immediatamente seguita da Bologna (47/ma con 147 ore). Leggermente migliore la situazione a Bari – con 133 ore perse per ogni automobilista – e Palermo dove si arriva a 119 ore perse nel traffico. Una situazione che non fa certo onore all’Italia, stretta sempre più nella morsa del traffico e costretta a fare i conti con una congestione alla quale sembra difficile, al momento, porre rimedio.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti