Volkswagen si prepara a lanciare la guida autonoma in abbonamento

Volkswagen guida autonoma

Foto Pixabay | Free-photos

Sette euro all’ora per viaggiare sulla propria auto senza doversi preoccupare di guidare. Questa è l’idea innovativa che Volkswagen starebbe attualmente considerando per i futuri servizi di guida autonoma.

Un servizio a pagamento per il self drive

Si chiamerà abbonamento per la guida autonoma, o Driverless on demand. Questa l’idea di Volkswagen che sta valutando un servizio a pagamento per il self drive. Un concetto che, nel prossimo futuro, dovrebbe diventare uno dei business chiave del mondo dell’auto.

Il progetto di VW è quello di attivare momentaneamente, su richiesta, la guida autonoma di quarto livello. Cosa significa? Di fatto, chi è bordo può disinteressarsi alla guida, togliendo lo sguardo dalla strada e ricevendo solo degli avvisi da parte del sistema.

Inizieranno questa estate a Monaco le prove internazionali di guida autonoma di livello 4 per i primi prototipi di veicoli commerciali leggeri del marchio di Wolfsburg.

Al via le sperimentazioni dalla prossima estate

A partire da questa estate, i primi prototipi di veicoli commerciali dotati di guida autonoma di livello 4 saranno liberi di muoversi sulla nuova pista di prova appositamente costruita nelle vicinanze dell’aeroporto di Monaco dando il via alla sperimentazione in Europa della nuova tecnologia. Questo nuovo innovativo progetto nasce dalla collaborazione tra Volkswagen, Argo Ai, leader nella realizzazione di piattaforme tecnologiche per veicoli autonomi, e Moia, l’azienda tedesca impegnata nello sviluppo di servizi di mobilità.

Klaus Zellmer, capo delle vendite, post-vendita e aftermarket di Volkswagen, ha dichiarato a Die Welt. “Possiamo pensare di offrire la guida autonoma con tariffa oraria. Per proporre prezzi popolari. Ad esempio 7 euro l’ora. Chi non vuole guidare per 3 ore, pagherà quindi 21 euro”.

Volkswagen, dopo aver annunciato il progetto Way to zero, per diminuire le emissioni di carbonio, si prepara a puntare forte in linea generale sull’offerta dei servizi digitali a pagamento. A metà del 2022 sulla gamma elettrica ID saranno infatti disponibili aggiornamenti che permetteranno l’incremento delle prestazioni e dell’autonomia.

Parole di Giulia Martensini