Volkswagen T-Roc primo modello con il 1.5 TSI evo2

Il compatto e ultramoderno motore a quattro cilindri sarà inizialmente disponibile con una potenza di 110 kW (150 CV)

su Volkswagen T-Roc il nuovo 1.5 TSI evo2

Maggiore efficienza e minori emissioni. Volkswagen ha potenziato il suo motore a benzina 1.5 TSI bestseller e ora introduce l’ultima generazione, il 1.5 TSI evo2, nei primi modelli in Europa. A portarlo al debutto saranno Volkswagen T-Roc e la T-Roc Cabriolet. Sarà poi introdotto successivamente anche in altri modelli entro la fine dell’anno.

Le principali caratteristiche del 1.5 TSI evo2

Gli ingegneri di sviluppo hanno spostato il catalizzatore a tre vie e il filtro antiparticolato benzina vicino al motore in un unico modulo di controllo delle emissioni, migliorando così ulteriormente l’efficienza del sistema di controllo delle emissioni. 

Come ulteriore contributo alla sostenibilità, ciò consente un utilizzo ridotto di metalli preziosi nella produzione e allo stesso tempo crea le basi per il rispetto delle future norme sulle emissioni.

nuovo motore Volkswagen 1.5 TSI evo2

Una caratteristica tecnologica chiave per ridurre il consumo di carburante nel 1.5 TSI evo2 è il sistema avanzato di gestione attiva del cilindro, ACTplus, uno sviluppo congiunto dei siti di Wolfsburg e Salzgitter. L’obiettivo di questo nuovo sviluppo era migliorare l’attivazione e la disattivazione dei due cilindri per garantire un funzionamento regolare del motore.

Il processo di combustione nel funzionamento a due cilindri è stato ottimizzato, consentendo così anche di ampliare l’autonomia operativa del sistema Active Cylinder Management. 

Con ACTplus, il secondo e il terzo cilindro non si attivano quando il motore funziona a bassi e medi carichi e velocità. Questo passaggio è appena percettibile. 

L’efficienza è aumentata nei cilindri attivi, mentre i cilindri intermedi seguono semplicemente senza praticamente perdite: si riattivano quando si preme nuovamente l’acceleratore.

Oltre al turbocompressore a geometria variabile, il 1.5 TSI presenta anche altri componenti high-tech: il sistema di iniezione ad alta pressione genera una pressione fino a 350 bar, le pareti dei cilindri rivestite al plasma riducono l’attrito e i pistoni con condotti di raffreddamento integrati consentono ottimizzare la combustione e aumentare il rendimento.

Il 1.5 TSI evo2 sarà anche ibrido plug-in

I motori TSI evo2 sono progettati per funzionare con carburanti contenenti ingredienti prodotti da fonti di energia rinnovabile, questo garantisce anche che siano pronti a soddisfare i requisiti futuri. Inoltre, sono adatti a vari livelli di ibridazione; con un concetto plug-in, ad esempio, è possibile una potenza di sistema fino a 200 kW (272 CV).

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!