Volkswagen Taigo, si allarga il mercato dei SUV coupé compatti

Terzo modello VW del segmento B con pianale modulare trasversale MQB, Taigo annovera due allestimenti e solo motori benzina

Volkswagen Taigo

Volkswagen porta al debutto un’inedita proposta nel segmento B dei SUV coupé, uno dei maggiori per volumi di vendita. E’ la Volkswagen Taigo, forte di un estetica sportiva e dalle linee di carattere che puntano su stile, individualità ed emozione.

Terzo modello del segmento B con pianale modulare trasversale MQB, insieme alla Polo e alla T-Cross, Volkswagen Taigo è lungo 4,26 metri e nasce dalla mano di Marco Pavone, Responsabile del Design degli esterni del marchio Volkswagen.

Il passo lungo pari a 2.554 mm, consente a tutti i passeggeri di assumere una confortevole posizione di seduta leggermente rialzata. La Taigo di fatto si posiziona fra la VW T-Cross, compatto city SUV, e la nuova VW Polo, bestseller fra le vetture due volumi.

Un design originale e muscoloso per Volkswagen Taigo

Volkswagen Taigo design

Ispirato ai SUV coupé delle classi superiori, Taigo è sportiva, urbana ma anche robusta. La capacità del bagagliaio è pari a 438 litri. Di conseguenza, con i sedili tutti in uso, nonostante le sue linee coupé la Taigo offre uno spazio di stivaggio equiparabile a quello del SUV compatto T-Cross con divano posteriore scorrevole (fra 385 e 455 litri).

Il design anteriore e posteriore si distacca fortemente da quello del resto della famiglia di modelli. Tutti gli elementi di illuminazione esterni, dai fari ai gruppi ottici posteriori, sono caratterizzati di serie dalla tecnologia a LED.

Volkswagen Taigo fari a LED anteriori

Grazie al nuovo design delle luci è stata realizzata un’accattivante firma luminosa diurna e notturna. La Taigo può essere equipaggiata dei nuovi fari a LED Matrix IQ.LIGHT e di una barra trasversale illuminata nella calandra.

In questo modo si riallaccia dal punto di vista stilistico ai modelli ID. della Volkswagen e alla nuova versione di T-Roc, Golf, Arteon, Tiguan Allspace e Polo, che presentano anch’essi questa caratteristica fascia luminosa a LED, come dotazione a richiesta o a seconda dell’allestimento. La banda luminosa si fa notare anche nella coda sottolineando la particolare larghezza e il carattere della Taigo.

Elementi di comando innovativi

Volkswagen Taigo infotainment

All’interno dell’abitacolo Volkswagen Taigo si presenta di serie con un evoluto volante multifunzionale e comandi razionali.

I sistemi infotainment si basano sull’ultima generazione di piattaforma modulare di infotainment MIB3, che include Online Control Unit (eSIM) e App-Connect Wireless di serie.

La Taigo è disponibile quindi con tre differenti sistemi infotainment. Ready2Discover con display da 8,0 pollici (di serie per tutte le Taigo italiane), Discover Media con display da 8,0 pollici e Discover Pro con display nel formato 9,2 pollici.

La versione del Climatronic con superfici touch (disponibile a richiesta) si integra senza soluzione di continuità nel moderno look dei grandi display.

L’unità di comando dispone di comandi touch e cursori sensibili al tocco. Viene offerta in forma simile anche sui modelli più grandi, come Tiguan, Passat e Arteon e sottolinea la grande pregevolezza degli interni della Taigo.

Guida parzialmente automatizzata sulla Taigo

Volkswagen Taigo guida automatizzata

Il nuovo SUV è caratterizzato da un’ampia condivisione con le Volkswagen dei segmenti superiori.

La Taigo offre di serie il sistema IQ.DRIVE Travel Assist. Dotazioni quali, tra gli altri, il nuovo ACC predittivo (regolazione automatica della distanza in considerazione dei limiti di velocità e dei dati sul percorso del sistema di navigazione) e l’assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist si fondono in un nuovo sistema di assistenza, consentendo così la guida parzialmente automatizzata fino a una velocità massima di 210 km/h.

Il nuovo volante multifunzione di serie è provvisto di superfici capacitive, che con il sistema IQ.DRIVE Travel Assist attivo hanno lo scopo di verificare che il guidatore abbia le mani sul volante, come prevede la normativa del livello 2 della guida automatizzata per l’UE.

La Volkswagen Taigo è dotata di serie di sistemi di assistenza quali il controllo perimetrale Front Assist comprensivo di funzione di frenata di emergenza City e Lane Assist. Pochi modelli di questa classe di veicoli vantano a bordo una gamma di sistemi di assistenza così innovativi, per un comfort e una sicurezza superiori.

Due gli allestimenti previsti per Volkswagen Taigo

Volkswagen Taigo allestimenti

La Volkswagen ha riorganizzato le sue linee di allestimento per tutte le serie, rendendole più intuitive. I fari a LED e il Digital Cockpit, sono integrate già nella dotazione di serie della Taigo, come avviene nella nuova Polo.

Per il nuovo modello, il configuratore italiano prevede la completa e concreta versione Life e la ricca e sportiva R-Line. Tutte e due annoverano una dotazione di alto livello e possono essere ulteriormente arricchite e personalizzate con interessanti pacchetti di allestimenti o singoli optional.

La Taigo debutta inoltre in otto colori esterni. Due standard, cinque metallizzati e uno effetto perla. Tutti i colori della carrozzeria a eccezione del Deep Black possono essere combinati con un tetto a contrasto in nero, disponibile a richiesta con il Roof Pack.

Le dimensioni dei cerchi dipendono dalla linea di allestimento scelta e spaziano fra 16” e 18”.

Tra gli equipaggiamenti a richiesta figurano, in particolare, i Tech Pack, il pacchetto di design Black Style per la R-Line e il sound system beats con 6 altoparlanti e una potenza di 300 watt.

L’amplificatore è collocato in posizione salvaspazio nel vano della ruota di scorta. Così non viene compromesso l’utilizzo flessibile del bagagliaio.

Le motorizzazioni previste per Volkswagen Taigo

Volkswagen Taigo motorizzazioni

La Volkswagen prevede per la Taigo, sempre con trazione anteriore, motori a benzina ad alta efficienza che erogano potenze di 95, 110 e 150 CV. La velocità massima è pari rispettivamente a 183 km/h, 191 km/h e 212 km/h. In base alla motorizzazione, il passaggio tra i rapporti viene eseguito manualmente tramite il cambio manuale a 5 o a 6 marce o il cambio a doppia frizione DSG a 7 marce.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!