Volvo, stabilimento Torslanda primo a piena neutralità climatica

Volvo considera uno stabilimento completamente neutrale per il clima quando non viene registrato alcun aumento dell'emissione di gas serra

Volvo

Foto Shutterstock | Anna in Sweden

Volvo si sta impegnando in maniera sempre più attiva nel suo percorso verso la produzione neutrale per il clima. L’obiettivo prefissato, ovvero ridurre del 30% il consumo di energia per ogni auto prodotta, dovrebbe essere raggiunto entro il 2025. Per far si che questo accada, la casa automobilistica ha annunciato che lo stabilimento di Torslanda, in Svezia, è il suo primo impianto ad avere raggiunto la piena neutralità climatica.

“Completamente neutrale per il clima”: ecco cosa significa

Lo stabilimento di Torslanda, come raccontato da Volvo, è il secondo stabilimento nella rete di produzione globale dell’azienda ha raggiungere questo importante risultato. Questo perché, sempre in Svezia, lo stabilimenti di produzione di motori di Skovde è diventato climaticamente neutrale nel 2018.

Volvo, secondo quanto emerso, considera uno stabilimento produttivo “completamente neutrale per il clima” quando non viene registrato alcun aumento netto dell’emissione di gas serra. Questi, dovuti all’elettricità e al riscaldamento utilizzati per operare.

Come funziona l’impianto di Torslanda di Volvo

L’impianto di Torslanda, in Svezia, è alimentato da elettricità neutrale per il clima dal 2008. Secondo quanto emerso, oggi metà del riscalmento dell’impianto ha origine da biogas. L’altra metà, invece, si affida al teleriscaldamento per mezzo del calore di scarti industriali. Quindi, adesso, lo stabilimento di Volto dispone di un sistema di riscaldamento a zero emissioni.

Inoltre, lo stabilimento Volto di Torslanda continua anche a ridurre la quantità di energia utilizzata. Nel 2020, infatti, sono stati risparmiati quasi 7mila megawatt-ora. Questo dato, secondo quanto emerso, è pari all’utilizzo energetico annuo di oltre 450 famiglie svedesi. Un ottimo risultato per Volto, che per lo stabilimento svedese sta progettando nuovi lavori per i sistemi di illuminazione e riscaldamento per poter raggiungere un ulteriore risparmio energetico ancor prima del 2025, ovvero entro il 2023.

“Il fatto che Torslanda sia il nostro primo stabilimento automobilistico a impatto climatico zero è un traguardo significativo”. A dirlo è Javier Varela, responsabile delle attività industriali e delle qualità alla Volvo Cars.

“Ci siamo impegnati a realizzare una rete di produzione neutrale per il clima entro il 2025. Questo risultato è un esempio della nostra determinatezza nel cercare continuamente di ridurre l’impatto sull’ambiente” ha spiegato Varela.

Leggi anche: Volvo, entro il 2040 l’obiettivo è diventare un’azienda circolare

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.