WayRay Holograktor: tecnologia olografica per il taxi del futuro

Il prototipo a guida autonoma della WayRay può trasportare tre passeggeri e far vivere l'abitacolo in una sorta di "metaverso"

wayray holograktor

Un taxi elettrico autonomo pensato per i servizi di ride hailing (un servizio vettura più autista, vedi Uber). Si chiama WayRay Holograktor ed è dotato di vetri olografici per la realtà aumentata che permettono di riprodurre in tempo reale diversi contenuti, fornendo informazioni e intrattenimento agli occupanti.

WayRay è un’azienda svizzera fornitrice di prodotti automobilistici deep-tech sostenuta da Porsche e Hyundai. E la Holograktor di fatto viene definita un prodotto del metaverso.

WayRay Holograktor vista frontale

Si presenta come una hatchback a cinque porte con superfici ispirate al costruttivismo russo. La mano è infatti quella del designer Sasha Selipanov, che ha contribuito allo sviluppo di vetture come Lamborghini Huracan, Genesis Essentia, Bugatti Chiron e Koenigsegg Gemera.

La carrozzeria, ispirata nei motivi prismatici allo stile al movimento architettonico del costruttivismo russo, prevede delle portiere ad ala di gabbiano.

Altre interessanti caratteristiche offerte dal WayRay Holograktor includono cerchi aerodinamici da 22”, luci laser e una struttura a forma di gambero sul tetto. Questa incorpora tutto l’hardware necessario per far funzionare il sistema olografico True AR.

wayray-holograktor-interni

Nell’abitacolo possono prendere posto 3 persone. A ognuna è dedicato uno spazio singolo olografico per vedere immagini provenienti dalla strada o caricati su file e utilizzare videogiochi.

Ciascuno dei tre passeggeri a bordo ha un proprio schermo dedicato, diversi display olografici Deep Reality e controlli a joystick per giocare o interagire con la tecnologia presente a bordo. Ci sono una serie di telecamere, radar, mappe, sensori, compatibilità 5G e Internet satellitare che permettono a una persona di guidare da remoto l’auto, rendendola perfetta per qualunque attività commerciale.

WayRay Holograktor, un’auto elettrica a tutti gli effetti

La Holograktor è un veicolo completamente elettrico. Purtroppo, l’azienda non specifica la capacità esatta della batteria, ma sostiene che l’EV riesce a garantire fino a 600 km di autonomia con una singola ricarica.

I motori elettrici, invece, consentono alla vettura di impiegare 3,9 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h e raggiungere una velocità massima di 200 km/h.

Il prototipo WayRay Holograktor, disegnato da Sasha Selipanov è lungo 440 cm, ed è stato realizzato senza la collaborazione delle aziende automobilistiche. Tuttavia la compagnia svizzera ha dichiarato che la piattaforma potrebbe essere concessa in licenza.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!