Xiaomi, potrebbe essere in arrivo la sua prima auto elettrica

La multinazionale cinese potrebbe lanciare la partnership con Great Wall Motor per la sua prima linea di automobili elettriche

xiaomi

Foto Getty Images | Paul Yeung/Bloomberg

Xiaomi, la multinazionale cinese fondata nel 2010 che opera nel campo dell’elettronica di consumo, sbarca anche nel settore automobilistico.

Le tech company, secondo quanto emerso in questi giorni, già dalla prossima settimana dovrebbe annunciare la partnership con il produttore scelto: la Great Wall Motor. Secondo Reuters, prima a pubblicare in esclusiva la notizia, Xiaomi vorrebbe approdare, in particolare, sul mercato delle auto elettriche.

Xiaomi: dopo i monopattini elettrici potrebbero arrivare le auto, grazie alla partnership con Great Wall Motor

L’azienda, infatti, vorrebbe produrre un’auto elettrica dedicata al mercato di massa. Questo, già avviene con altri prodotti del marcio Xiaomi, come ad esempio i monopattini elettrici.

Secondo quanto emerso, quindi, la Great Wall Motor potrebbe fornire servizi di consulenza per la parte ingegneristica del veicolo Xiaomi. Ma non solo. Perché potrebbe mettere a disposizione anche fabbriche e produzione. Quello che farà Xiaomi, invece, sarà mettere a disposizione, per la realizzazione di questa nuova auto elettrica, la sua esperienza nello sviluppo di nuovi software e nei servizi per la connettività.

Le indiscrezioni, al momento, sono state smentite sia da Xiaomi che da Great Wall Motor. Nonostante questo, però, gli investitori stanno premiando entrambe le aziende. Infatti, le azioni della multinazionale cinese sono aumentate del 6% dopo questa notizia.

Il prezzo dell’auto elettrica della multinazionale cinese

Come detto, secondo le indiscrezioni l’annuncio della partnership potrebbe avvenire la settimana prossima, più precisamente il 29 marzo.

Un’altra notizia, emersa in questi giorni, riguarda il prezzo di questo possibile nuovo modello di auto elettrica. Sarebbe emerso, infatti, che l’auto elettrica di Xiaomi potrebbe costare meno della Tesla Model 3 e che, sempre secondo indiscrezioni, dovrebbe costare intorno ai 15mila euro.

Xiaomi non è l’unica tech company ad essere affascinata dal mondo dei motori. La prima ad interessarsi è stata Google, che ha poi preferito concentrarsi sui modelli di guida autonomi. Poi è arrivato il turno di Huawei ed Apple, che starebbero proprio lavorando per la realizzazione delle loro prime linee di automobili.

A questo punto non resta altro da fare che aspettare la prossima settimana per avere comunicazioni più dettagliate e capire se Xiaomi, oltre a telefoni e monopattini elettrici, inizierà davvero a produrre auto elettriche.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.