Yamaha Niken 2018: prezzo della moto con tre ruote presentata ad EICMA

Yamaha Niken 2018: prezzo della moto con tre ruote presentata ad EICMA

Era il 2015 quando Yamaha cominciò a proporre il concept di una moto a tre ruote, in configurazione con due all’anteriore ed una al posteriore. Al Salone del Motociclo di Milano di quest’anno, EICMA 2017, Yamaha Niken è diventata una realtà pronta per la produzione in serie, oltre che per il classico bagno di folla fatto da curiosi.

Continua a leggere

Continua a leggere

Si tratta di uno scatto verso quello che potrebbe essere un futuro non molto lontano, o almeno una direzione che potrebbe prendere il mercato, che dopo aver accolto diversi scooter a tre ruote adesso cerca – non è detto che sia ancora pronto – ad accogliere anche una moto con una ruota in più. Yamaha Niken potrebbe dunque spaccare il pubblico dei motociclisti, tra chi potrebbe amarla e chi potrebbe odiarla.

[npleggi id=”135271″ testo=”EICMA 2017: le novità moto del Salone del Motociclo di Milano”]

Continua a leggere

Continua a leggere

Yamaha Niken 2018: scheda tecnica

yamaha niken ruote anteriori

Forse dovremmo cominciare a non pensare più alle moto con un concetto di “due ruote”, perchè in effetti la nuova Yamaha Niken ha stravolto questo concetto. La casa di Iwata ha reso reale e pronto per la produzione quello che il concept presentato nel 2015 aveva anticipato e fatto immaginare: un modello dalle linee sportive ed aggressive, ma con due ruote all’anteriore ed una al posteriore.

E’ chiaro che l’aspetto più interessante è quello della dinamica di piega con due ruote avanti, ed è qui che entra in gioco il sistema Leaning Multi-Wheeler, cioè l’articolazione della sospensione che fa leva su una doppia forcella per ruota. Le forcelle sono anche regolabili, oltre a mentenere le ruote distanziate di 41 cm tra loro e permettere un angolo di piega fino a 45°, ma regolabile è anche il monoammortizzatore posteriore, parte della ciclistica che ha mantenuto, assieme al forcellone, una connotazione standard.

Continua a leggere

Continua a leggere

All’anteriore le gomme sono da 125/70 e c’è lo zampino di Bridgestone nel loro sviluppo ad hoc, mentre i dischi freno sono da 298 mm e vengono morsi da una pinza ad attacco tradizionale. Il tutto, comunque, cerca di far mantenere una ripartizione di pesi 50:50, grazie anche alla posizione del pilota leggermente spostata in avanti.

Il cuore pulsante di quella che potremmo definire una “ThreeWheel”, passateci la licenza poetica, è il tre cilindri in linea già utilizzato dalla MT-09: 847 cc per 115 cavalli, a cui supporto ci sono anche tre mappature selezionabili per le varie situazioni di guida. L’estetica è comunque aggressiva, sembra molto puntata sull’anteriore, e la fanaleria a LED così come gli specchietti della supersportiva di casa, la R1, contribuiscono all’effetto. I prezzi della nuova Yamaha Niken 2018 non sono ancora stati dichiarati.

Parole di Claudio Anniciello

Da non perdere