la Esprit esce dall'acqua

1 di 8

la Esprit esce dall'acqua

Dopo una sfilza di Aston Martin, per l'agente 007 arriva il momento della sua prima Lotus. E' una Esprit S1 la protagonista de "La spia che mi amava", pellicola del 1977 con Roger Moore nei panni di James Bond. La sportiva inglese si fa notare per il suo trasformismo: non solo lanciamissili e cemento dal posteriore, ma anche e soprattutto per le sue doti anfibie. Infatti, la Esprit S1 diventava sottomarino, con tanto di periscopio. Per muoversi in acqua, al posto delle ruote fuoriuscivano dei timoni laterali, oltre a quello in coda. Un piccolo jet subacqueo di un'originalità rara. La Esprit verrà prodotta per quasi trent'anni, passando nel 2004 il testimone alla Evora. In casa Lotus, sempre nel segno della lettera E, quella usata per tutti i modelli del marchio inglese. L'evoluzione coinvolgerà anche il motore, oltre allo stile: dal 4 cilindri si passerà al V8 negli anni Novanta.

1 di 8

Lotus Esprit S1 James Bond, foto

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.