Nuova Renault ZOE

Renault

1 di 10Nuova Renault ZOE

A sette anni dal lancio del primo modello, ecco Nuova Renault ZOE, la citycar elettrica più venduta in Europa. Nuove tinte e interni rivisti, oltre a un aumento importante sia della capacità che delle potenza della batteria per la vettura francese che si candida ad essere una delle novità più interessanti del settore

Nuova Renault ZOE in ricarica

Renault

1 di 10Nuova Renault ZOE, l'auto elettrica più versatile al mondo

Una delle principali novità della terza generazione dell’iconica city car elettrica Renault ZOE è l’introduzione della ricarica in corrente continua (DC) fino a 50 kW, una modalità particolarmente adatta per i lunghi viaggi

Nuova Renault ZOE in movimento

Renault

1 di 10Due diverse motorizzazioni per nuova Renault ZOE

Due sono le motorizzazioni proposte, una con un motore da 80 kW (R110), già presente sulla precedente versione, e una nuova variante, quella da 100 kW, l’equivalente di 135 cv di un motore termico, con cui Nuova Renault ZOE riesce a guadagnare 2,2 secondi nell’accelerazione da 80 a 120 km/h che realizza in soli 7,1 secondi, facilitando così le manovre di sorpasso, e scattando da ferma con accelerazione fino a 100 km/h in 10 secondi, raggiungendo una velocità massima di 140 km/h.

Nuova Renault ZOE in marcia

Renault

1 di 10Linee dinamiche e nuove tinte per Nuova Renault ZOE

Giunta alla terza generazione, Renault ZOE aggiunge 3 nuove tinte – Blu Céladon, Rosso Passion e Bianco Quarz –, che si affiancano a quelle già esistenti portando a 9 il totale, e rivede gli esterni seguendo linee dinamiche

Il posteriore di Nuova Renault ZOE

Renault

1 di 10Fari LED per Nuova Renault ZOE

Le prese d’aria accentuano le doti aerodinamiche del veicolo, come dimostrano anche i fianchi dell'auto molto scolpiti. Al posteriore, invece, i nuovi gruppi ottici Full LED garantiscono una visibilità migliorata

Nuova Renault ZOE 2020, le foto

In evidenza
Gallery più viste

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.