Infiniti

LA STORIA

Il marchio Infiniti rappresenta l’alternativa di Casa Nissan nel mercato delle vetture premium, popolato generalmente dalle tedesche Audi, BMW e Mercedes. Da noi in Europa Infiniti è un marchio tutto sommato recente, dato che sbarca per la prima volta nel Vecchio Continente al Salone dell’automobile di Ginevra del 2008. In realtà le origini di questo marchio premium risalgono a diversi anni prima. Le prime vetture a marchio Infiniti sono state vendute a partire dall’8 novembre del 1989, in Nord America. Questo marchio nasceva dal volere di Nissan di competere con le allora neonate Lexus (il brand premium della Toyota) ed Acura (il brand premium della Honda). Tutte e tre queste case automobilistiche premium giapponesi erano state pensate per andare ad infastidire i diversi marchi premium che popolavano i listini nordamericani, tra cui Mercedes, BMW, Cadillac o Lincoln. Il primo SUV di Casa Infiniti arriverà nel 1997 concepito dal pianale della Nissan Pathfinder. All’inizio i modelli erano derivati da pianali Nissan e con un’estetica poco caratterizzata, ma interni più raffinati e rifiniti. E’ poi ad inizio anni Duemila che Infiniti trova il suo filone indipendente in termini di design, con vetture dalle forme sinuose ed estremamente personali, capaci di rendere i modelli ben presto famosi in tutto il mondo. In particolare la prima di questo filone di successo è l’Infiniti FX del 2002. Grazie all’accordo commerciale con la Mercedes, Infiniti negli ultimi ha avuto modo di equipaggiare alcuni dei suoi modelli con motori turbodiesel di origine tedesca. La presenza di questi motori a listino risulta fondamentale per aumentare le vendite in Europa, laddove le vetture di fascia alta a benzina sono decisamente rare e poco vendute. Le vendite di Casa Infiniti, ancora oggi, si registrano per la maggior parte negli Stati Uniti, ma in Europa di anno in anno i numeri continuano a crescere. Ad oggi la gamma si presenta piuttosto ampia e variegata. La più piccola di tutte è la Infinti Q30, berlina di segmento C realizzata sul pianale della Mercedes Classe A ed offerta anche in variante crossover (QX30). Salendo di livello troviamo l’Infiniti Q50, berlina di segmento D, e la sua omologa variante coupé, l’Infiniti Q60. C’è poi l’Infiniti Q70, berlina a tre volumi di segmento E, rivale potenziale delle Mercedes Classe E o BMW Serie 5. Chiude il quadro l’Infiniti QX70, il crossover sportivo di segmento E offerto con motorizzazioni estremamente prestazionali. In altri mercati Infiniti propone anche altri modelli, che però l’azienda ha deciso di non portare da noi in Europa al momento. La gamma odierna del marchio giapponese rappresenta perfettamente tutti i valori tipici del marchio: estetica personale, filante ed aggressiva; interni dalle finiture premium perfettamente allineate con la migliore concorrenza; dotazioni ai vertici della categoria tra contenuti di serie ed optional, ed una gamma di motori prestazionali e brillanti. Tra gli altri punti di forza del marchio c’è anche un eccellente servizio clienti.

LEGGI TUTTO

MODELLI Infiniti

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.