Maserati Levante

Il primo storico SUV del Tridente

28
Il primo SUV Maserati
  • N.D.
  • N.D.
  • 7.2 - 10.9 L/100KM
  • 5
  • Da 580 a n/d L
Maserati Levante è il primo suv della Casa del Tridente, presentato al Salone di Ginevra 2016. Esteticamente si presenta con un design da berlina sportiva ma elegante, e riesce ad ingannare bene sulle dimensioni. Imponenti infatti gli ingombri, con una lunghezza di 5 metri, una larghezza di 1 metro e 97 ed un’altezza di 168 centimetri. Inconfondibilmente Maserati il frontale, con la calandra concava ed i gruppi ottici accigliati. Altro segno tipico delle auto del Tridente lo troviamo sui passaruota anteriori: i tre sfoghi d’aria. Il profilo di Maserati Levante è dinamico e sportivo, grazie anche al lunotto parecchio inclinato. Gli interni di Maserati Levante sono un perfetto mix tra eleganza e sportività: finiture curate e materiali di alta qualità. Elevato il livello di personalizzazione: è possibile cucirsi letteralmente addosso i rivestimenti e scegliere tra diversi tipi di inserti (tra i quali non manca il carbonio vero ed il legno). Spazio per cinque persone e bagagliaio da 580 litri. Le caratteristiche tecniche di Maserati Levante sono di tutto rispetto. Trazione integrale Q4, cambio automatico ZF ad 8 rapporti tarato specificamente, sospensioni pneumatiche e differenziale posteriore autobloccante di serie. Il risultato è un’ottima tenuta di strada nel misto e prestazioni fuoristradistiche che non ci si aspetterebbe da un suv sportivo. I motori sono due, un benzina 3.0 V6 da 430 cavalli ed un diesel 3.0 V6 declinato in due livelli di potenze (250 e 275 cavalli). Buona la dotazione di serie, ma il navigatore satellitare è a pagamento in un pacchetto da oltre 2000 euro. Prezzo base di 73.417 euro.

Versione consigliata

L’appassionato punterebbe al benzina 3.0 V6 S, caratterizzato da una colonna sonora decisamente aggressiva e da una spinta corposa, grazie ai 430 cavalli di potenza. Numeri che garantiscono uno scatto 0-100 in 5.2 secondi ed una velocità massima di 264 chilometri orari. La scelta migliore però risulta il diesel 3.0 V6 (anche nella versione da 250 cavalli, per evitare il superbollo). Offre una spinta grintosa, grazie anche al supporto del cambio automatico ZF ad 8 rapporti. Consumando meno carburante, viene utile nei lunghi viaggi dove si fa apprezzare per la fluidità ed il comfort. Dotazione di serie da integrare attingendo alla lunga lista di optional.

PRO

  • Comfort: l’abitacolo è comodo per cinque persone, ottima l’insonorizzazione (soprattutto nelle diesel)
  • Prestazioni: di spicco sia nel misto, dove si guida come una berlina, sia in fuoristrada dove stupisce
  • Design: spicca tra le rivali, con un design azzeccato e più vicino a quello di una berlina che di una suv

CONTRO

  • Dotazione di serie: su una vettura del genere optional come il navigatore dovrebbero essere di serie
  • Portaoggetti: le tasche nei pannelli porta sono troppo piccole, una pecca in una vettura da famiglia
  • Visibilità: la linea sportiva ed il lunotto inclinato rendono obbligatoria la retrocamera (optional)

SCHEDA TECNICA

I dati tecnici e le caratteristiche

MOTORI

Cambio automatico
Trazione integrale
Coppia Massima 600 rpm

CONSUMI E EMISSIONI

Consumo urbano 9 - 15/100 km
Consumo extraurbano 6.7 - 10.1/100 km
Consumo medio 7.2 - 7.2/100 km

DIMENSIONI E MISURE

Tipo di carrozzeria Suv
Lunghezza 5.000 mm
Passo 3.000 mm
Larghezza con specchietti 1.960 mm

NEWS

MODELLI

Parole di Fabio Psoroulas

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.