Volkswagen

LA STORIA

Volkswagen è uno dei più importanti Costruttori automobilistici tedeschi. Fondato nel 1937 per volere di Adolf Hitler, ha sede in Wolfsburg. La sua nascita si deve appunto all’allora cancelliere tedesco che voleva realizzare una vettura per motorizzare il popolo tedesco (da cui appunto il termine Volkswagen che letteralmente significa “auto del popolo”). L’incarico venne affidato a Ferdinand Porsche, allora titolare di uno studio di progettazione. I primi prototipi videro la luce nel 1936, dai quali poi un paio d’anni dopo nacquero mezzi militari. Durante la seconda guerra mondiale venne fortemente danneggiato lo stabilimento di Wolfsburg, rimesso poi in sesto dall’ufficiale britannico Ivan Hirst, appassionato di automobile che credette fin da subito nel Maggiolino. Dalla base del primo modello VW venne sviluppato un veicolo commerciale (il Typ 2) prima, e le sportive Karmann-Ghia Coupé e Cabriolet dopo. Il successo del Maggiolino non ebbe eguali, per riuscire a crearne un degno “erede” si affidarono alla matita di Giorgetto Giugiaro al quale si devono la Passat, la Scirocco, la Polo e ovviamente la prima Golf. Negli anni ottanta la gamma iniziò ad espandersi fino a poco a poco a diventare ampia com’è ora. Tra le innovazioni tecnologiche di Volkswagen, la più conosciuta è l’iniettore-pompa. Debuttato nel 2000, ha sostituito la pompa rotativa nei turbodiesel TDI e si è fatto apprezzare fin da subito per la sua robustezza e la spinta corposa ai medi regimi. Questa tecnologia rimase a listino finché le normative antinquinamento non resero quasi obbligatorio il passaggio al common-rail per abbattere le emissioni. Altro passo tecnologico importante fu l’arrivo dell’iniezione diretta nei motori a benzina con gli FSI del 2001. Nel 2007 arriva la tecnologia twincharged nei TSI da 1.4 litri composta da turbina e compressore volumetrico. Recentemente la Casa teutonica è stata colpita dallo scandalo dieselgate riguardante l’utilizzo di centraline speciali per falsare i test sulle emissioni. Per rispondere al calo d’immagine, Volkswagen sta puntando parecchio sul metano, sull’ibrido e sull’elettrico puro. A listino troviamo la Up! disponibile sia a metano che elettrica pura, la nuova Polo a metano, la Golf a metano, ibrida ed elettrica, la Golf Variant a metano, la Passat ibrida (anche nella versione Variant) ed infine anche il Caddy a metano. Rinnovate anche le altre motorizzazioni, specialmente quelle a benzina TSI. L’attuale gamma include modelli per tutte le esigenze. Si parte dalla cittadina Up!, continuando con l’utilitaria Polo, l’inossidabile Golf anche nelle varianti familiare Variant e monovolume Sportsvan, il Maggiolino anche Cabriolet, la Passat anche nella versione familiare Variant, la Arteon (ha sostituito la Passat CC), il multifunzione Caddy, la monovolume media Touran, la monovolume grande Sharan, il suv medio Tiguan disponibile anche nella versione allungata Allspace, il suv grande Touareg ed infine anche il pick-up Amarok.

LEGGI TUTTO

MODELLI Volkswagen

Pagina 1 di 2

© 2005-2020 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.