citroen e mehari meccanica

Citroen E-Mehari: prova su strada, prezzo e autonomia della spiaggina elettrica [FOTO]

2 di 9

2 di 9

Estetica e Design

Citroen E-Mehari estetica e design

La Citroen E-Mehari si ispira fortemente all’antenata, prodotta dal 1968 al 1987 e realizzata con pannelli in ABS fissati sulla base telaistica della Dyane (a sua volta derivata da quella della 2CV). La piccola elettrica del Costruttore d’Oltralpe si caratterizza anche per le forme simili a quelle della Cactus, sopratutto nel frontale caratterizzato dalle luci diurne a led distaccate dai gruppi ottici principali.
Nella parte bassa della carrozzeria e nei passaruota si fanno notare le protezioni in plastica grezza, utili per la protezione dai graffi, donano un piacevole look fuoristradista che non guasta mai. Ricordiamo però che la E-Mehari è stata pensata principalmente per l’utilizzo nel tempo libero, ecco quindi che corre in aiuto il pratico e bello tettuccio asportabile. Viaggiare col vento tra i capelli è davvero bello nella piccola Citroen, inoltre “scapotata” ne guadagna la linea: rimangono a vista due roll-bar ad arco. I cerchi in lega da 15 pollici sono a cinque doppie razze a stella e si presentano con una bella colorazione bicolore, interno nero e razze in color metallo.
I pannelli di plastica termoformati sono resistenti alla corrosione, non necessitano di un eventuale seconda riverniciatura e resistono ai piccoli urti da parcheggio grazie alla loro grande elasticità,

LEGGI ANCHE: Citroen E-Mehari, prezzo e caratteristiche

2 di 9

Pagina iniziale

2 di 9

Parole di Marco Dal Prà

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.