volkswagen polo motore diesel

Dieselgate Volkswagen, in Europa niente indennizzo per i clienti

2 di 4

2 di 4

Le ragioni di Volkswagen

Ma dopo un incontro con il CEO Matthias Muller, un comunicato Volkswagen ha specificato che non è possibile chiedere un uguale trattamento su mercati diversi, chiarendo inoltre che le iniziative e le misure di compensazione attuate negli USA sono conseguenti ai ritardi che ancora interessano il raggiungimento di una soluzione tecnica con l’EPA per adeguare il parco circolante di auto con il defeat device installato.
Un’uscita non proprio fortunata, questa di Volkswagen. Sul tema, tuttavia, torneranno a incontrarsi Muller e il commissario Bienkowska, sperando in un ripensamento che appare difficile, non fosse altro per l’ulteriore esborso economico (è di minima rilevanza, vero, rispetto alle sanzioni miliardarie che si prospettano all’orizzonte) che verrebbe richiesto al gruppo.

Il “primo tempo” della partita Volkswagen-Commissione europea al momento vede in vantaggio i tedeschi.

2 di 4

Pagina iniziale

2 di 4

Parole di Roberto Speranza

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.