nuova honda civic tourer 2015

Honda Civic Tourer 2016: in vena di novità, prezzo e dimensioni [FOTO]

2 di 5

2 di 5

Scheda tecnica

Messa da parte la curiosità principale, non resta che chiedersi come abbiano fatto i tecnici giapponesi a ricavare così tanto spazio da 4 metri e 59 di lunghezza per una larghezza di un metro e 77 ed un’altezza pari ad un metro e 48 centimetri.
Una spiegazione arriva osservando il posizionamento del serbatoio del carburante, al pari della versione berlina sotto i sedili anteriori. Al retrotreno, così ci sono minori ingombri a tutto vantaggio del bagagliaio. Soglia di carico abbassata, per facilitare le operazioni di carico-scarico: quasi 14 centimetri più giù della Civic hatchback, per un totale quindi di 624 litri e se si abbassano gli schienali si ottengono invece 1668 litri in totale.
Degli ammortizzatori adattivi abbiamo già detto in passato e potete approfondire l’argomento continuando la lettura. Uno dei punti, invece, dibattuti riguardava le motorizzazioni disponibili sulla Tourer. E’ in listino con un propulsore a gasolio 1.6 litri di cilindrata in tecnologia i-DTEC forte di una potenza di 120 cavalli ed in grado di raggiungere i 195 chilometri orari di velocità massima e scattare da 0 a 100 in poco più di 10 secondi.
Stando ai consumi, nel misto sono stati dichiarati i 26,3 chilometri con un litro con emissioni di anidride carbonica pari a 99 grammi per chilometro e percorrenze, con un pieno, di circa 1300 chilometri.

Sbarcano sui segmenti medi anche le telecamere abbinate ai laser per controllare quel che accade davanti al guidatore, rilevando ostacoli e persone, per una sicurezza attiva ancor superiore.

Le novità stilistiche sono concentrate tutte al retrotreno, con il terzo finestrino a proseguire la linea di cintura fin sui gruppi ottici e regalare anche l’idea di tetto sospeso, grazie ai montanti nascosti. Proprio il tetto è l’altro elemento principale del design, con una forma apparentemente rastremata e le barre longitudinali integrate. Un ampio spoiler stacca i flussi aerodinamici, mentre il lunotto è molto inclinato.
Gruppi ottici ripresi dalla Accord station wagon e completati dal trattamento “simil-Nsx”, ovvero, con una fascia luminosa a unire i due elementi e sottolineare il lunotto.

Ma non perde di vista il suo target perché se strizza l’occhio a un design dinamico certo non delude chi bada al sodo e vuole tanto spazio nel bagagliaio con numeri da record nel segmento.

L’eredità della due volumi si scopre nelle maniglie posteriori nascoste sul montante, lasciando la fiancata “pulita”.

L’aggravio di peso rispetto alla berlina è minimo, inferiore ai 40 kg. Ma ha un asso nella manica ancor più interessante la Civic Tourer e lo tiene nascosto al posteriore. Oltre al bagagliaio dalle dimensioni record – così promettono dal quartier generale della casa fondata da Soichiro – sfoggia un sistema di controllo degli ammortizzatori. Sono disponibili tre settaggi per regolare la rigidità degli elementi elastici al retrotreno: Comfort, Normal e Dynamic.

sistema ADS Honda Civic Tourer

In realtà, in passato abbiamo già visto auto con un sistema di regolazione degli ammortizzatori posteriori, su tutte la Citroen BX, anche se si tratta di un dispositivo dal funzionamento differente. Sulla Honda Civic Tourer assicura una dinamica di marcia ritagliata sul carico presente a bordo, privilegiando una taratura più rigida o morbida.

2 di 5

Pagina iniziale

2 di 5

Parole di Simone Babetto

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.