Gea Giugiaro

Italdesign Giugiaro Gea 2015: extralusso a guida autonoma [FOTO]

2 di 4

2 di 4

Elettrica a guida autonoma

Giugiaro sperimenta il campo delle auto a guida autonoma con Italdesign Gea. Imponente ammiraglia da 5 metri e 37 centimetri, con un passo di 3 metri e 33, ripensa interamente il concetto di abitacolo, adeguandolo alle esigenze di passeggeri che non devono restare concentrati sulla guida. Le portiere si aprono a libro, con un angolo di 90° e a distanza, ma la chicca è rappresentata dal tappeto rosso che viene proiettato sull’asfalto e accoglie i passeggeri.
Tanta scena che diventa praticità osservando la disposizione dei sedili, realizzati con suprema cura per i materiali, al pari della moquette sul pavimento. Sono tre le configurazioni possibili per l’abitacolo: si parte dalla Business, che amplifica la luminosità e consente di lavorare attraverso due schermi da 19 pollici; in modalità Wellness, invece, luci basse, vetri oscurati e addirittura l’opportunità di allenarsi con attrezzi Technogym, almeno relativamente alla parte superiore del corpo. Infine, in modalità Dream, il sedile posteriore di destra diventa un vero e proprio letto, e la luce ambientale si adegua alle condizioni ideali per riposare.

Il comparto infotainment è di assoluto valore, sviluppato insieme a LG, che fornisce anche uno smartphone G-Flex con il quale comandare tutte le funzioni di multimedialità. Che dire, invece, della tecnica motoristica? Sconvolgono i cerchi da 26 pollici di diametro, da 60 razze, mentre la propulsione è affidata a quattro motori elettrici, capaci nel complesso di erogare 764 cavalli e muovere la massa di oltre 2 tonnellate fino a 250 km/h. Peso tutto sommato contenuto, se si osservano dotazioni e dimensioni, reso possibile grazie all’impiego di alluminio, carbonio e magnesio sulla struttura e la carrozzeria della Italdesign Gea.

2 di 4

Pagina iniziale

2 di 4

Parole di Roberto Speranza

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.