Land Rover Defender Africa Edition

Land Rover Defender: prezzo, accessori e consumi dell'intramontabile fuoristrada

2 di 5

2 di 5

MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA APRILE 2016

Land Rover Defender

La Land Rover ha comunicato, ad esempio, che il Firenze Red può essere abbinato al tetto Santorini Black, mentre il Baltic Blue all’Indus Silver, come è possibile vedere anche dagli esemplari nella gallery fotografica.

Come avevamo detto all’inizio, poi, anche l’interno della nuova Land Rover Defender beneficia di marginali aggiornamenti. La novità più interessante riguarda i nuovi sedili, ora con un nuovo design pensato per renderli più contenitivi grazie ai fianchi più pronunciati. Nuovi anche i rivestimenti, che prevedono il logo “Land Rover” impresso sullo schienale dei sedili anteriori. Tra questi spicca principalmente il nuovo tessuto misto pelle. La dotazione, poi, viene arricchita dall’inedito sistema Hi-Fi firmato Alpine con connettività Bluetooth, che prevede altoparlanti coassiali da 10 centimetri di diametro per una potenza totale di 150W.
Di serie per tutte le quattro versioni in gamma ci sono l’antifurto perimetrico ed il differenziale centrale autobloccante.

Per il resto il Land Rover Defender resta tale e quale al precedente modello. Sotto al cofano, infatti, troviamo sempre il solito propulsore da 2.2 litri turbodiesel capace di erogare una potenza di 122 cavalli. Le prestazioni sono logicamente invariate: l’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in circa 15 secondi, mentre la velocità massima resta di 145 km/h.
I consumi di questi motori Euro5 dichiarano una media di 9 chilometri con un litro di carburante per una percorrenza media di poco più di 600 chilometri con un pieno ed emissioni attorno ai 270 grammi per chilometro di anidride carbonica.

MODELLO NON PIU’ IN VENDITA DA APRILE 2016

2 di 5

Pagina iniziale

2 di 5

Parole di CA

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.