Range Rover Evoque cabrio

Land Rover Range Rover Evoque Convertibile: prezzi e motori [FOTO e VIDEO]

2 di 4

2 di 4

Le novità

Gli interventi necessari sulla carrozzeria per adeguare la Evoque coupé al nuovo abito cabrio sono stati diversi; infatti, la zona dietro la portiera è anch’essa stata modificata, così come i passaruota.
Inevitabilmente, l’adozione della capote e il relativo cinematismo a Z impattano sulla capacità del bagagliaio, ridotta a 251 litri, da un volume originario di 550 litri. Poco male, Range Rover Evoque Convertibile sfoggia altre carte vincenti. L’abitabilità a bordo consente di viaggiare in quattro, con i sedili posteriori protetti in caso di ribaltamento dall’attivazione di due rollbar, che fuoriescono in appena 90 millesimi di secondo.
L’abitacolo accoglie anche il nuovo infotainment InControl Touch Pro, caratterizzato da un sistema touch capacitivo, del tutto assimilabile a quelli degli smartphone, e con un display da ben 10,2 pollici di diagonale, contro gli 8 pollici dell’infotainment finora impiegato sulla Evoque chiusa. Inoltre, offre la connettività 3G e assicura funzioni di hotspot Wifi, oltre a quelle di navigatore satellitare avanzato InControl Touch Pro Navigation. I dati sono ospitati su un veloce disco SSD da 60 gigabytes e il completamento naturale arriva con la scelta dell’optional Head up display.

Concentrarsi sulle note estetiche di Range Rover Evoque cabrio può distogliere l’attenzione dalle doti fuoristradistiche, e sarebbe un errore. Perché è vero che il look cambia, che si potranno scegliere cerchi in lega da 17 a 20 pollici di diametro, così come fari full led in alternativa ai proiettori alogeni della versione SE Dynamic e i bi-xenon della HSE Dynamic, nonché il pacchetto Black, con cerchi in nero satinato, terminali di scarico neri, fari posteriori e fendinebbia con superfici nere e finiture Narvick black sulla carrozzeria.

E’ altrettanto indiscutibile la capacità di affrontare l’off-road impegnativo, con trazione integrale e cambio 9 marce di serie sia sul motore turbo benzina da 240 cavalli (8″6 da 0 a 100 e 209 km/h di velocità massima) che sul 2 litri turbodiesel Ingenium, con una potenza massima di 179 cavalli e consumi di appena 17,5 chilometri con un litro, scatto da 0 a 100 effettuato in 10,3 secondi e velocità massima di 195 chilometri orari. Il più “piccolo” dei motori in listino è invece rappresentato dal 2.0 di cilindrata con potenza di 150 cavalli, scatto da 0 a 100 effettuato in 12 secondi e picco di velocità massima di 180 chilometri orari e consumi medi attorno ai 17,5 chilometri con un litro.

L’angolo di attacco è di 19°, 18°9′ quello di dosso, mentre l’angolo d’uscita arriva a 31°, valori caratteristici ai quali sommare una capacità di guado fino a 50 centimetri, con l’assistenza del Wade Sensing che rileva la profondità del corso d’acqua prima di affrontarlo; le pendenze affrontabili arrivano a 45° e 35° di angolo laterale. Ce n’è abbastanza per potersi lanciare nei passaggi più difficili senza il timore di non avere le carte in regola (almeno sul fronte tecnico).

Sono 13 le tinte carrozzeria proposte, due gli allestimenti e uno il particolare più chic, la luce che proietta sull’asfalto, di sera, la silhouette di Evoque cabrio da sotto lo specchietto retrovisore esterno. Stile e praticità, visto che illumina l’area di accesso a bordo.

2 di 4

Pagina iniziale

2 di 4

Parole di Roberto Speranza

© 2005-2021 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Allaguida, supplemento alla testata giornalistica NanoPress.it registrata presso il Tribunale di Roma n° 2 del 16 gennaio 2020.